Calabria: vìola il divieto di avvicinamento e si intrufola in casa, arrestato dalla polizia

Calabria: vìola il divieto di avvicinamento e si intrufola in casa, arrestato dalla polizia

Riprendono i controlli della Polizia di Stato durante il fine settimana per contrastare la criminalità diffusa e vigilare sulla movida nella provincia vibonese.

Sabato sera, i controlli si sono concentrati nell’area del centro cittadino, permettendo di identificare 250 persone e controllare 54 veicoli, anche con l’uso dell’etilometro, al fine di contrastare il fenomeno della guida sotto l’effetto dell’alcol.

Nel corso dei servizi predisposti dalla Questura, attraverso il locale Posto Fisso di Tropea, in sinergia operativa con la Squadra Mobile, una cittadina chiamava il 113 riferendo che, un suo parente già gravato dalla misura cautelare personale del divieto di avvicinamento si era introdotto furtivamente nella sua abitazione. All’arrivo degli agenti della Polizia di Stato l’uomo veniva trovato all’interno dello stabile e gli operatori procedevano al suo arresto in flagranza di reato, per la violazione dell’allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa.

L’attività è stata coordinata dalla locale Procura della Repubblica diretta dal Procuratore Capo dr. Camillo Falvo.

Ufficio Stampa Questura Vibo Valentia