Grande partecipazione degli studenti dello “Zanotti Bianco” per la qualifica del corso arbitri nazionale

Grande partecipazione degli studenti dello “Zanotti Bianco” per la qualifica del corso arbitri nazionale

Riceviamo e pubblichiamo

Si è appena concluso il corso arbitri nazionale effettuato dalla Sezione AIA di Locri, guidata dal giovane e brillante presidente Anselmo Scaramuzzino, che ha visto la qualifica di tanti arbitri coinvolti nella campagna di reclutamento sociale, culturale e sportiva svolta sul territorio locrideo.

Dei molti ragazzi partecipanti spontaneamente al corso tanti sono facenti parte del Liceo “Umberto Zanotti Bianco” lo stesso liceo, avente valenza scientifica con indirizzo sportivo e sezione sportiva, è una struttura scolastica all’avanguardia nella formazione studentesca dei giovani da svariati decenni. Gli allievi provenienti dallo “Zanotti Bianco” si sono rivelati appassionati e perspicaci nell’apprendimento degli argomenti trattati durante le lezioni e hanno dimostrato un notevole interesse verso la disciplina arbitrale e sportiva in genere.

Questa è assoluta meritocrazia di tutto il corpo docente, del Dirigente dell’istituto Ilaria Zannoni e degli insegnanti di Scienze motorie in primis: Salvatore Loccisano e Giuseppe Alì. I due docenti sono da anni promotori e divulgatori, sia sul territorio che all’interno della scuola, di svariati progetti riguardanti la formazione umana, culturale e sportiva dei giovani che saranno gli uomini e le donne del domani e coloro che formeranno con passione, dedizione, sacrificio ed educazione la nostra società nel prossimo futuro.

L’obiettivo del Liceo “Umberto Zanotti Bianco” è proprio questo: quello di riuscire nella formazione totale degli allievi, garantendo loro eguali diritti, un sapere omogeno e la possibilità di diversificare le competenze vitali su tutti i campi.

Il corso arbitri è stato svolto presso i locali della sezione AIA Locri, siti in Viale Regina Margherita, in presenza (osservando tutte le norme anti contagio da Covid-19) e nella formula della DAD. La possibilità di fruire delle lezioni in doppia modalità è stato uno stimolo per l’apprendimento e per coltivare la passione per l’arbitraggio e per le scienze motorie.

Il corso è stato diretto da Pasquale Muscatello, docente dello stesso (ex Osservatore arbitrale alla CAN C), che ha sviluppato enorme empatia con tutti i ragazzi partecipanti e si è servito della competenza dei due docenti Salvatore Loccisano e Giuseppe Alì e di alcuni colleghi associati della Sezione A.I.A. Locri che hanno coadiuvato e collaborato durante l’iter formativo. .

Il docente Salvatore Loccisano ha tenuto a sottolineare l’importanza del corso arbitri e ha voluto ringraziare tutti i componenti AIA di Locri, in modo particolare il presidente Anselmo Scaramuzzino, per la perfetta organizzazione del percorso formativo tenutosi. Elogio particolare nei confronti del già citato Pasquale Muscatello che con il suo entusiasmo, la sua passione e la sua competenza ha saputo trasmettere ai ragazzi del Liceo Sportivo i valori del corso e del credo arbitrale.

Questi sono gli avvenimenti che danno lustro al nostro territorio dal punto di vista etico, sociale, umano e sportivo. Siano il viatico per una Locride e una Calabria sempre più sotto il segno della scuola, dello sport in genere e del calcio in questo caso.

Questi, i nomi dei ragazzi che hanno conseguito la qualifica di arbitro in collaborazione tra il “Liceo Umberto Zanotti Bianco” e la Sezione Aia Locri : Agostino Rocco, Ameduri Lorenzo, Christian Trimboli, Vincenzo Pisano, Domenico Tarzia, Edoardo Cansio, Sara Bonafortuna, Maria Sofia Torre.

Salvatore Loccisano