Le stupide polemiche sulla bandiera blu a Caulonia

Le stupide polemiche sulla bandiera blu a Caulonia

Caulonia è bandiera blu.

Un riconoscimento importante, per ottenerlo bisogna soddisfare una serie di requisiti che si possono approfondire sul sito bandierablu.org.

Ho sentito per anni i miei compaesani nutrire invidia per la bandiera blu conferita a Roccella. I commenti del tipo: “Il mare è lo stesso, cosa abbiamo in meno?” sono sempre stati all’ordine del giorno. Ebbene, ora anche noi abbiamo la bandiera blu. Mi aspettavo un plauso unanime, un rigurgito del campanilismo (spesso ipocrita) che ci portiamo dietro. O quantomeno un pò di sano orgoglio per Caulonia.

Invece no. Si è levato forte un coro teso a sminuire questo risultato, rilanciando critiche su critiche.

Da sempre ritengo che la critica costruttiva sia fondamentale per la crescita di un paese e proviamo ad esercitarla anche dalle nostre pagine. Ma tirare in ballo altri problemi, che certo esistono e sono numerosi, dimostra solo la voglia di negare un successo e non di risolvere alcun problema.

“Abbiamo la bandiera blu ma le strade sono un colabrodo”. “Abbiamo la bandiera blu ma il lungomare sembra bombardato”. “Abbiamo la bandiera blu ma manca il lavoro”. Tutto vero, ma cosa c’entra? Si può essere soddisfatti per l’ottenimento della bandiera blu e allo stesso tempo rimboccarsi le maniche per migliorare la viabilità e tutto il resto.

Quando la critica è fine a se stessa non serve a nulla, solo a consentire di buttare fuori un pò di bile.

L’aria da campagna elettorale certo non aiuta. Ma anche un oppositore dell’amministrazione Belcastro può avere l’onestà intellettuale di riconoscere che la bandiera blu può fare bene a Caulonia.

Non ho votato per l’amministrazione Belcastro ma sono felice che il mio paese abbia finalmente conseguito questo risultato. Mi piacerebbe che in campagna elettorale si parlasse di questo e lo si utilizzasse come punto di partenza per lavorare su tutte le altre mille questioni che possano finalmente far decollare il turismo. A Roccella questa estate sfileranno una quantità incredibile di star della musica italiana e questo farà indirettamente bene anche all’economia di Caulonia (già non si trova più una casa da locare).

Ragioniamo su come fare crescere l’afflusso di turisti piuttosto che gettare fango su qualcosa di cui, una volta tanto, dovremmo essere orgogliosi.

E fatemelo dire chiaramente: in gran parte il merito di questo traguardo è da attribuire a Luana Franco, consigliere comunale di maggioranza.

Indipendentemente da chi voterò alla carica di sindaco e di consigliere tra poco più di un mese voglio esprimere da cittadino la mia soddisfazione per il riconoscimento della bandiera blu a Caulonia.

Rispondi