Da stasera e fino a domenica l’attore di Tolo Tolo si esibirà a Gioiosa, Cittanova e Cinquefrondi, ospite dei progetti di accoglienza

Da stasera e fino a domenica l’attore di Tolo Tolo si esibirà a Gioiosa, Cittanova e Cinquefrondi, ospite dei progetti di accoglienza

Nelle serate di venerdì 10 giugno, sabato 11 giugno e domenica 12 giugno, i Progetti di accoglienza aderenti alla Rete SAI attivi nei di Gioiosa Ionica, Cittanova e Cinquefrondi, gestiti dalla Rete delle Comunità Solidali e dalla Società Cooperativa Sankara, hanno il piacere di proporre alla cittadinanza il monologo teatrale “Attraversamenti” di e con Mohamed BA.

Mohamed BA è attore e mediatore culturale, nato in Senegal, ma oramai da vent’anni in Italia e noto al grande pubblico per aver recitato nel film campione d’incassi “Tolo Tolo” di Checco Zalone; nella sua attività, l’artista si propone l’obiettivo di essere portatore di valori, di culture e tradizioni che non necessariamente somigliano ai valori e alle tradizioni italiane, cercando di costruire un ponte che colleghi il meglio di quello che determina il suo essere africano, prima, e italiano, poi. Intercultura e antirazzismo, insomma, come fondamenta per costruire un’azione quotidiana scevra di pregiudizi e pensieri propagandistici.

Attraversamenti viene descritto dallo stesso Mohamed Ba come “luogo simbolo di ogni confine o di una frontiera, di un deserto o di un mare, ma anche di una crisi. Per questo, oggi, siamo tutti migranti, tutti “uomini neri” alla deriva in mezzo al mare, in attesa di una costa o di una nave che ci dia speranza. Il testo sposta di continuo il proprio asse dall’ironia alla satira, alla tragedia, sostenuto con efficacia dalla musica di Cheikh Fall alla kora che si muove anch’essa fra i registi più diversi, ora briosa e popolare, ora toccante e profonda come il mare. Quel mare che è ponte per tanti, tomba per troppi. Ed è qui che “Attraversamenti” tocca il proprio vertice, nel racconto di un viaggio fisico e mentale senza arrivo per quasi tutti i disperati saliti su una barca italica alla ricerca di una rinascita. Solo teatro? No, speme”. 

Lo spettacolo teatrale vuole rappresentare nelle intenzioni degli organizzatori un invito alla riflessione, poiché potrà certamente favorire una reale e concreta sensibilizzazione sui temi dell’immigrazione e dell’accoglienza, sostenendo l’incontro tra il Sud e il Nord del mondo e supportando la comprensione di temi complessi e, purtroppo, ormai divisivi, attraverso le arti e il teatro che sono strumento potentissimo ed efficace nella narrazione della realtà.

Il primo appuntamento sarà il 10 giugno alle ore 21:30 presso il Giardino di Palazzo Amaduri a Gioiosa Ionica (RC); a seguire, l’11 giugno alle 21:30 presso la Villa Comunale “Carlo Ruggiero” di Cittanova (RC) e l’appuntamento finale sarà presso la Villa Comunale di Cinquefrondi (RC) alle ore 19:00.

Ufficio stampa Soc. Coop. Sankara