Un’altra notte di Moto Gp per le strade di Caulonia marina, regno dell’anarchia

Un’altra notte di Moto Gp per le strade di Caulonia marina, regno dell’anarchia

Anche questa stamattina abbiamo ricevuto in redazione diverse segnalazioni di cauloniesi esasperati perchè, a quanto ci viene riferito, la notte scorsa dalle 2 alle 3 i soliti assordanti motorini truccati hanno percorso in lungo e in largo le strade di Caulonia marina, disturbando il riposo di molte persone.

Ilario ci ha scritto, esasperato, alle 3 di notte: “Mi alzo alle 6 tutti i santi giorni per andare a lavorare ma non posso mai riposare. E’ dalle due che questi teppisti si divertono a fare casino. Il mio è un lavoro di fatica e rischio di ammazzarmi perchè non posso mai riposare mentre i politici pensano ai posti di potere”.

Simona questa mattina ci ha fermato per strada per dirci: “Sono una neomamma e dormiamo coi balconi aperti a causa del caldo, mio figlio si sveglia in continuazione e piange per colpa di questi balordi”.

Le altre segnalazioni sono dello stesso tenore. Un paese intero ostaggio di qualche ragazzino “intoccabile” col motorino truccato che fa più rumore di un’auto di Formula 1.

Intanto le autorità da anni se ne fregano e i cauloniesi si sentono abbandonati da tutti, in un paese in cui di notte regna l’anarchia e in cui non c’è alcun controllo.