I dubbi della minoranza sulla “trasparenza” dell’amministrazione comunale di Polistena

I dubbi della minoranza sulla “trasparenza” dell’amministrazione comunale di Polistena

Nel mese di ottobre e di novembre del 2020 si sono svolte le prove concorsuali relative al bando di selezione pubblica approvato con determinazione n. 1066 del 08.10.2019 per la copertura a tempo pieno ed indeterminato per Istruttore Direttivo di Vigilanza. Il vincitore di quel concorso, dopo aver preso servizio, ha manifestato sin da subito (anche a me personalmente) la volontà di lasciare quanto prima quel contesto lavorativo. Così è stato dopo breve tempo. La seconda candidata risultata idonea ha manifestato l’impossibilità di formalizzare l’accettazione all’assunzione pur trattandosi di un contratto a tempo pieno ed indeterminato. Scorrendo la graduatoria l’Amministrazione formalizzava l’assunzione in servizio del terzo candidato risultato idoneo in data 03.06.2021. Stranamente e paradossalmente, con decreto del sindaco n.3 del 07.03.2022 anche il terzo candidato risultato idoneo, dopo alcuni mesi dall’assunzione nel ruolo di Istruttore Direttivo di Vigilanza, veniva rimosso dalla posizione per essere nominato Responsabile della Ripartizione dei Servizi Sociali. Quindi con determinazione n. 49 del 31.08.2022 si è proceduto all’assunzione della quarta candidata idonea. Sarà la prescelta dell’Amministrazione oppure si troverà un escamotage per scorrere ancora una volta la graduatoria? Chi vivrà vedrà. Intanto la trasparenza tanto decantata vacilla alla luce di espedienti amministrativi e gestionali che lasciano molti dubbi. 

FRANCESCO PISANO

CAPOGRUPPO CONSILIARE “POLISTENA FUTURA”