Il parroco di Caulonia: “Sono contento che il mio incontro con le istituzioni civili abbia fatto notizia”

Il parroco di Caulonia: “Sono contento che il mio incontro con le istituzioni civili abbia fatto notizia”

Sono contento che il mio incontro con le istituzioni civili abbia fatto notizia. Nonostante il rispetto dei ruoli, sono più che convinto del fatto che bisogna collaborare sempre più per il bene comune.

Mi spiace se qualcuno non sia riuscito a captare il mio intento, ma di questo non gliene faccio una colpa. Essere seduti attorno ad un tavolo, e parlare di argomenti inerenti alla vita di una comunità non può che essere un bene per tutti.

È vero che i ruoli sono ben diversi tra le due istituzioni, ma è altrettanto vero che la collaborazione tra le parti in quanto presenti sullo stesso territorio è necessaria.

A tal riguardo cito quanto riporta il COMPENDIO
DELLA DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA AL
N 425 sulla collaborazione tra le due istituzioni:

“L’autonomia reciproca della Chiesa e della comunità politica non comporta una separazione che escluda la loro collaborazione: entrambe, anche se a titolo diverso, sono al servizio della vocazione personale e sociale dei medesimi uomini.

La Chiesa e la comunità politica, infatti, si esprimono in forme organizzative che non sono fini a se stesse, ma al servizio dell’uomo, per consentirgli il pieno esercizio dei suoi diritti, inerenti alla sua identità di cittadino e di cristiano, e un corretto adempimento dei corrispondenti doveri.

La Chiesa e la comunità politica possono svolgere il loro servizio a vantaggio di tutti in maniera tanto più efficace quanto meglio entrambe allacciano tra loro una sana collaborazione, considerando anche le circostanze di luogo e di tempo”.

Don Antonio Magnoli