Il disastro della sanità calabrese, la sordità delle istituzioni e l’amore di una mamma di Gioiosa

Il disastro della sanità calabrese, la sordità delle istituzioni e l’amore di una mamma di Gioiosa

La sanità Calabrese ci costringe a scegliere, noi per tutelare la salute della nostra piccola abbiamo deciso di prenotare fuori privatamente per fare l’esame, visto che da 10 giorni di rimandano senza avere certezze, siamo delusi e amareggiati non si può giocare con la salute di un ‘anima
innocente come Pia, la piccola necessita di questo esame per modificare alcuni farmaci visto che da qualche settimana le sue condizioni si sono aggravate, penso che ogni mamma farebbe qualsiasi cosa per non vederla soffrire, oggi io chiedo giustizia per me, per mia figlia, e per tutte le persone che serve questo esame. Ci troviamo davanti a muri di gomma, istituzioni sorde, mute, ma io continuerò a lottare per amore della mia piccolina e non solo..

MAMMA DI MARIA PIA