Rinnoviamo Caulonia attacca: “Cagliuso voleva cacciare la Sogert invece le ha prorogato il contratto”

Rinnoviamo Caulonia attacca: “Cagliuso voleva cacciare la Sogert invece le ha prorogato il contratto”

Sapevamo che le promesse elettorali molto spesso lasciano il tempo che trovano, soprattutto quando, dopo aver preso il potere, ci si deve misurare con la dura  realtà dei fatti e dei numeri, ma l’attuale amministrazione comunale di Forza Italia, nata, cresciuta e prosperante nella galassia Officina delle Idee, ha superato il segno.

Dovete infatti sapere, cari concittadini, che il sindaco Cagliuso e la sua giunta senza nessun avviso o discussione, forse per nascondere la vergogna, in data 19 settembre 2022 hanno prorogato per 6 mesi il contratto con la SOGERT, la società incaricata della riscossione dei tributi, che voi tutti conoscete.

Lo sbandierato “metodo” di condivisione delle scelte con la cittadinanza in questo caso, chissà perché, non è stato adottato.

Vi ricordate quando il sindaco e il suo principale collaboratore e oggi vicesindaco Andrea Lancia andavano in giro nelle piazze, nelle televisioni, sui giornali, a dire la qualunque della SOGERT?

Se non lo ricordate vi diamo una mano noi.

Ecco alcune dichiarazioni roboanti di Cagliuso e compagnia adorante:

Più volte noi dell’ OFFICINA DELLE IDEE abbiamo chiesto di risolvere la convenzione con SOGERT, che non si è per nulla dimostrata all’altezza della problematica” (10 maggio 2021)

L’OFFICINA DELLE IDEE chiede con insistenza la risoluzione del rapporto con SOGERT. Si fa una notevole fatica a stabilire se SOGERT è più disastrosa degli amministratori o viceversa” (10 maggio 2021)

Il sindaco Francesco Cagliuso: “SOGERT ha danneggiato l’immagine del paese” (dichiarazione del 3 marzo 2022)

Un pensiero preciso, le idee chiare… fino alla campagna elettorale.
Oggi il sindaco Cagliuso, dopo aver usato come cavallo di battaglia propagandistico la cacciata della SOGERT, si avvale dei servizi della stessa avendone sollecitato la proroga con lettera del 14 settembre 2022, poi ratificata con la delibera di giunta n. 323/22.

Non solo, come programmato nella relazione del piano di riequilibrio finanziario presentata in consiglio comunale dal vicensindaco Lancia – assessore al bilancio e ai tributi – “sono in corso le procedure di pignoramento” sui conti correnti dei cittadini.

Crediamo che gli elettori della lista Cagliuso mai si sarebbero aspettati una proroga alla SOGERT, considerato che in campagna elettorale era sfilato il fior fiore delle migliori “competenze” in materia e che i due professionisti, “esperti” di bilancio e finanza pubblica, presenti in lista, avevano annunciato un radicale cambio di strategia.

Evidentemente questa amministrazione pensa che i cittadini abbiano la memoria corta.

Riteniamo pertanto sia giusto dare a Cagliuso ciò che è di Cagliuso e, quindi, ai tanti pignorati e ai tanti ingannati dalla false promesse elettorali, diciamo che se vogliono prendersela con qualcuno sanno a chi devono rivolgersi e che ogni nodo viene sempre al pettine.

RinnoviAmo Caulonia