Siderno riceve l’importante riconoscimento di “Città che legge”

Siderno riceve l’importante riconoscimento di “Città che legge”

“Città che legge” è la prestigiosa qualifica ottenuta dalla Città di Siderno dal CEPELL (Centro per il libro e la lettura), istituto autonomo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo (MIBACT).

L’ottenimento di tale riconoscimento è il risultato dell’impegno dell’Amministrazione Comunale, e, in particolare, della Consigliera comunale, Anna Maria Felicità, la quale, in sinergia con l’Assessore alla Cultura, Francesca Lopresti, ha avviato una stretta collaborazione con gli operatori di interesse locali che condividono l’idea che la lettura sia uno strumento fondamentale per lo sviluppo sociale ed economico del territorio.

“Tale qualifica – commenta il Sindaco, Mariateresa Fragomeni – ottenuta grazie al lavoro dell’Amministrazione e con il contributo delle associazioni culturali che operano sul territorio, viene riconosciuta dal Centro per il libro e la lettura e dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani ad alcune Città italiane che attuano, sul proprio territorio, politiche pubbliche di promozione della lettura, come valore riconosciuto e condiviso. Un impegno convinto e un percorso di cultura per creare una comunità più consapevole dei cambiamenti della società, dei propri diritti e di come saperli difendere. Promuovere la lettura, motore della cultura, significa invitare i giovani a costruire un mondo a misura loro e per il futuro di tutte le generazioni”.

Tra i requisiti per l’ottenimento della qualifica c’era l’aver già stipulato un “Patto per la lettura”, che coinvolgesse nella promozione della lettura le realtà associative del territorio.

“Il nostro fiore all’occhiello – afferma l’Assessore alla Cultura, Francesca Lopresti – è sicuramente il Patto locale per la lettura, approvato dalla Giunta con Deliberazione n.136 del 25.07.2022, e ora aperto alla partecipazione di tutti i soggetti interessati alla promozione della lettura in una grande alleanza cittadina per realizzare pratiche condivise di promozione della lettura”.

Grazie alla qualifica “Città che legge”, al Comune di Siderno sarà riservata la partecipazione a bandi di finanziamento per progetti meritevoli che abbiano come obiettivo la promozione del libro e della lettura, mentre potranno ottenere punteggio per la partecipazione ad altri bandi tutti i soggetti sottoscrittori del Patto per la Lettura di Siderno (scuole, associazioni, librerie ed altri soggetti).

“Siamo molto orgogliosi – dichiara il Consigliere comunale, Anna Maria Felicità – di questo riconoscimento che premia un lavoro territoriale sulla promozione della lettura fatto con passione e impegno dei soggetti, pubblici e privati, presenti sul territorio che considerano i libri e la lettura risorse strategiche su cui investire con l’obiettivo di migliorare il benessere individuale e dell’intera comunità. Tale qualifica può, pertanto, dare il giusto slancio alla biblioteca comunale, per far sì che diventi un luogo centrale di aggregazione e di promozione culturale e per attrarre nuovi finanziamenti pubblici che mirino a garantirne il suo potenziamento, obiettivo perseguito dall’Amministrazione comunale sin dal suo insediamento”.

L’Amministrazione comunale, in un’ottica di continua e fattiva collaborazione, invita le associazioni e i cittadini a riflettere e a fare delle proposte attorno alle sfide che la lettura è chiamata ad attraversare per accompagnare individui e comunità verso un futuro migliore. Inoltre, si comunica che è ancora possibile firmare il Patto per la lettura, nelle modalità indicate sul sito del Comune raggiungibile al seguente link

https://www.comune.siderno.rc.it/it/news/1376339

L’Amministrazione comunale di Siderno