La minoranza: “A Polistena è in atto uno scandaloso tentativo di censura!”

La minoranza: “A Polistena è in atto uno scandaloso tentativo di censura!”

Quello che sta avvenendo a Polistena è SCANDALOSO e dimostra ancora una volta che gli amministratori del Comune di Polistena hanno un concetto molto discutibile della democrazia e delle regole democratiche. Unica cittadina a non fare le dirette delle sedute del Consiglio comunale dove oltretutto non esiste un impianto di registrazione. A questo si aggiunge un uso spregiudicato dei social che sono bloccati ed utilizzati a fini propagandistici. Noi di “Polistena Futura” abbiamo sin da subito informato i cittadini sulla nostra attività e sugli sperperi gravi della DISASTROSA AMMINISTRAZIONE TRIPODI attraverso i manifesti. Evidentemente davano tanto fastidio visto che, dopo il vergognoso atto di coprirli in modo indiscriminato, si è dato vita ad un’iniziativa davvero singolare. Non abbiamo mai contestato la comunicazione del Capo Ripartizione Vigilanza e Polizia Amministrativa che disponeva nuove regole per l’affissione ma abbiamo preso atto che la stessa aveva dimenticato di porre in essere quanto disposto dal Regolamento comunale in materia a tutela della trasparenza e degli utenti. Troppa discrezionalità quando invece l’azione amministrativa trasparente presuppone regole certe. Non daremo gli auguri di Natale perché ci hanno detto che prima di giorno 8 gennaio non possiamo avere spazio sui tabelloni. Va sottolineato anche il fatto che gli stessi spazi sono stati ridotti drasticamente, chissà come mai? Abbiamo da sempre scelto di non imbrattare i muri della nostra Polistena e non cominceremo certo adesso. Tutto quello che sta avvenendo è un chiaro tentativo di non dare spazio alle forze politiche contrarie alla DISASTROSA AMMINISTRAZIONE TRIPODI.
Si chiama CENSURA!

Strano che siano stati tolti tutti i manifesti di Polistena Futura, anche quelli antecedenti la comunicazione, e non siano state rimosse le vergognose scritte “Vota Tripodi” che hanno deturpato la nostra cittadina durante la campagna elettorale (nonostante sia stata fatta una precisa richiesta in tal senso presso gli uffici della Polizia Locale).
Tutto molto strano.

Stia sereno colui il quale elabora queste strategie invece di dedicare il suo tempo ad eliminare disagi e disservizi che subiscono i cittadini.
NON CI FERMERETE !!

FRANCESCO PISANO
CAPOGRUPPO CONSILIARE “POLISTENA FUTURA”