Liceo Musicale: cronologia dei fatti

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA RETE SCOLASTICA PROVINCIALE E DI PROGRAMMAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA – ANNO SCOLASTICO 2015/2016
INDIRIZZO COREUTICO-MUSICALE PER IL LICEO SCIENTIFICO DI GIOIOSA JONICA

CRONOLOGIA RAGIONATA

A. In data 25 Novembre 2014, il Liceo Scientifico di Gioiosa Jonica – in relazione alla programmazione 2015/2016 dell’offerta formativa provinciale – delibera la richiesta dell’istituzione di un nuovo indirizzo “coreutico-musicale”, giustificandola con la forte e secolare tradizione bandistico-musicale della cittadina gioiosana, con la presenza sul territorio di un’accademia musicale del prestigio e della qualità di “Ars Musicae”, della posizione baricentrica (all’interno della Vallata del Torbido) del Liceo di Gioiosa Jonica.
La delibera (con oggetto specifico Gioiosa Jonica) è quella del Collegio dei Docenti (riunitosi in seduta straordinaria) del Liceo Scientifico “P. Mazzone” di Roccella Jonica, ovvero della scuola cui il Liceo di Gioiosa Jonica – che non è una sezione staccata o una succursale, godendo di un suo codice meccanografico autonomo e di un suo specifico corpo docenti – risulta amministrativamente associato.

B. Subito dopo la metà di Gennaio 2015, la D.ssa Russo (Preside del Liceo Scientifico di Roccella-Gioiosa) e Salvatore Fuda (Sindaco di Gioiosa Jonica) – avendo avuto riscontro della versione originaria del “Piano di Razionalizzazione della Rete Scolastica Provinciale e di programmazione dell’offerta formativa per l’anno scolastico 2015/2016”, versione proposta al Consiglio Provinciale dagli uffici competenti che ne avevano redatto copia seguendo le indicazioni ufficiali di scuole e comuni, esprimono a mezzo stampa la legittima soddisfazione per il riconoscimento dell’indirizzo “coreutico-musicale” a vantaggio del Liceo di Gioiosa Jonica. La versione originaria prevedeva un polo scolastico autonomo con sede legale presso il Liceo Scientifico di Roccella Jonica e comprendente anche il Liceo Scientifico di Gioiosa Jonica, l’ITC (Istituto Tecnico Commerciale) di Monasterace e l’ITA (Istituito Tecnico Agrario) di Caulonia.

C. Nei giorni immediatamente precedenti al consiglio provinciale convocato per la data del 29 Gennaio 2015, il consigliere provinciale (oggi assessore provinciale alla pubblica istruzione) Piero Campisi chiede di poter essere ascoltato – proprio in merito alla rete scolastica provinciale e alla relativa offerta formativa – presso il Consiglio Comunale del suo comune di origine, Caulonia.

D. Il 29 Gennaio 2015, in sede di consiglio provinciale, il “Piano di Razionalizzazione della Rete Scolastica Provinciale e dell’offerta formativa per l’anno scolastico 2015/2016” viene modificato nella versione originaria (vedi sopra, lettera A), tramite un emendamento (firmato e proposto, fra gli altri, dai consiglieri territorialmente interessati, Piero Campisi – Caulonia – e Vincenzo Loiero – Valle del Torbido) che trasferisce il Liceo di Gioiosa dall’autonomia scolastica con sede legale presso il Liceo Scientifico di Roccella (vedi sopra, lettera B) ad una nuova autonomia scolastica con sede legale presso l’Istituto per il Turismo “U. Zanotti Bianco” di Marina di Gioiosa Jonica. Nello stesso emendamento, infine, l’indirizzo “coreutico-musicale” viene riconosciuto in maniera specifica al Liceo “P. Mazzone” di Roccella Jonica e si recita testualmente che “la citata sezione musicale verrà istituita nel territorio del Comune di Caulonia a condizione che l’Ente Provincia, senza oneri derivanti dall’acquisto o dalla locazione di immobili, abbia la disponibilità di locali idonei ad ospitare la nuova istituzione scolastica”

liceo antonio 2E. Sempre in sede di consiglio provinciale, un altro emendamento approvato – a firma Antonio Eroi, Presidente del Consiglio – richiede “di concedere l’indirizzo a tutte le scuole che ne hanno fatto richiesta e che siano coerenti con l’indirizzo dell’Istituto, malgrado sia stata rifiutata dal Settore Pubblica Istruzione della Provincia di Reggio Calabria”

F. In data 23 Febbraio 2015, dopo polemiche giornalistiche e proteste varie anche a cura della Preside Russo e degli organismi del Liceo Scientifico di Gioiosa Jonica, la Giunta Comunale di Gioiosa Jonica formalizza la sua posizione – dopo averla esternata, con forza e determinazione, a mezzo stampa nei giorni precedenti – attraverso un’apposita deliberazione in cui si richiede alla Giunta della Regione Calabria e all’Ufficio Scolastico Regionale: (1) il mantenimento dell’associazione del Liceo Scientifico di Gioiosa Jonica con il Liceo Scientifico di Roccella Jonica, anche in virtù degli “Indirizzi Regionali per la programmazione della Rete Scolastica e dell’offerta formativa” che, fra le altre cose, indicano che “l’unificazione degli istituti di II grado si realizza, prioritariamente, tra istituti della medesima tipologìa”; (2) il riconoscimento, come da versione originaria del “Piano della Rete Scolastica provinciale”, dell’indirizzo “musicale-coreutico” per il Liceo Scientifico di Gioiosa Jonica; (3) in subordine, qualora il Liceo Scientifico di Gioiosa Jonica debba necessariamente essere associato all’ITT di Marina di Gioiosa Jonica, il riconoscimento dell’indirizzo musicale a favore della struttura scolastica gioiosana, seguendo l’interpretazione corretta dell’emendamento a firma Eroi (vedi sopra, lettera E).

G. Il 27 Febbraio 2015, la Giunta Regionale adotta con deliberazione formale (la n. 40) i piani provinciali di dimensionamento scolastico, comunicando alla stampa che si tratta di una mera registrazione delle proposte ufficiali provenienti dalle province calabresi e che “(…) alcune criticità, relative ad accorpamenti di sedi o a nuovi indirizzi formativi, dovranno essere oggetto di riflessione e di confronto con le Province ed i territori per costruire un Piano regionale che, nel rispetto delle normative nazionali, sia rispondente ai bisogni del territorio ed all’affermazione di un sistema di istruzione pubblica rispondente alla garanzia ed al miglioramento della qualità degli studi nonché alla difesa dei livelli occupazionali”

H. Con decreto del suo Direttore Generale in data 06/03/2015, l’Ufficio Scolastico Regionale – dopo aver ricevuto la deliberazione della Giunta Regionale oltre il termine del 15 Febbraio (scadenza iscrizioni alunni anno scolastico 2015/2016 e scadenza per l’aggiornamento dell’anagrafe delle scuole) e aver richiesto al MIUR la riapertura dei termini per l’anagrafe scolastica (riapertura non concessa dal Ministero perché considerata tecnicamente impossibile) – ha recepito la deliberazione GR n. 40 del 27 Febbraio specificando testualmente “(…) che la programmazione della rete scolastica ivi contenuta (…) non potrà trovare attuazione nell’anno scolastico 2015/2016, ma a partire dal successivo anno scolastico 2016/2017”

Ciavula

GRATIS
VIEW