Sconfitta della Sensation Gioiosa con (quasi) rissa finale

Sconfitta della Sensation Gioiosa con (quasi) rissa finale

Sensation Gioiosa contro Fantastic Five Siderno. Un derby fra giocatori che si conoscono e si temono.  Una rivalità che moltiplica l’agonismo e la voglia di vincere. Uno scontro diretto fondamentale per decidere la griglia degli ormai imminenti play-off promozione. Facile, quindi, capire l’importanza della posta in palio e le tensioni in campo, fino alla quasi rissa finale che rischia di “guastare” irrimediabilmente una comunque godibilissima sfida di calcio a 5.

Parte fortissimo la Sensation Gioiosa. Al primo minuto di gara, lancio illuminante a scavalcare la difesa e a raggiungere Longo, bravo ad insaccare in due tempi (colpo di testa respinto e tap-in vincente di destro). La squadra di casa gioca un ottimo primo tempo: manovra in velocità quando riesce a ripartire verso la porta avversaria, difende con attenzione e con grande determinazione impedendo agli avversari i triangoli e le “imbucate” centrali che tanti problemi avevano creato nella gara d’andata, arriva prima su quasi tutti i palloni e crea più pericoli degli avversari. Il risultato finale del primo tempo, 2-1, è ampiamente meritato: la squadra sidernese riesce a pareggiare soltanto su una disattenzione della difesa avversaria (poco attenta e poco sollecita su una respinta del portiere Battaglia, raccolta e messa in rete da Vitale), la Sensation Gioiosa con le volate di Sergi riesce a raddoppiare (splendido il suo assist da sinistra per il gol facile di Simari) e a rendersi assai pericolosa in almeno un paio di occasioni (clamorosa l’opportunità capitata a Mazzone, sempre su brillante assist di Sergi).

La formazione della Fantastic Five Siderno

La formazione della Fantastic Five Siderno

Nel secondo tempo, l’andamento della gara vede una Fantastic Five Siderno maggiormente padrona del campo e decisa a recuperare lo svantaggio, con una Sensation più in difficoltà sul piano fisico ma comunque in grado di ripartire con pericolosità (semplicemente clamorosa l’occasione sciupata da un’incomprensione del duo Sergi-Simari). La manovra della compagine ospite è continua, quasi un lavoro ai fianchi degli avversari gioiosani, con gli avanti sempre molto abili a procurarsi calci di punizione da posizione invitante. Su una di queste, e mano di 10 minuti dal termine, arriva il pareggio ad opera di Errigo: molto preciso il suo destro rasoterra alla sinistra di Battaglia.

Sembra una partita senza più molta storia, con un pareggio che potrebbe accontentare entrambi (più il Siderno che la Sensation Gioiosa, per la verità). Ma arriva il colpo di scena conclusivo. A pochi minuti dalla fine, sul punteggio di parità (2-2), l’arbitro non vede un fallo da parte di Fiorenza (sempre molto “furbo” nell’impedire l’anticipo ai difensori avversari e a procurarsi calci di punizione) e immediatamente dopo Vitale realizza il gol del vantaggio sidernese. Il parapiglia che ne segue, innescato dalle vibranti proteste dei giocatori della Sensation Gioiosa contro Fiorenza – reo di aver commesso il fallo e di aver pronunciato qualche parola di troppo, rischia di deflagrare in una vera e propria rissa e non rappresenta un’immagine particolarmente edificante, testimonianza plastica della grande rivalità che intercorre fra le due squadre locridee.

I minuti di recupero hanno poco senso. La Sensation Gioiosa prova a riacciuffare la partita giocandosi la carta del portiere di movimento, ma è una mossa poco convinta e male utilizzata: Gimondo punisce puntualmente la squadra di casa, insaccando di sinistro nella porta ormai sguarnita direttamente dalla propria metà campo.

La Sensation Gioiosa C5

La Sensation Gioiosa C5

Punteggio finale: 2-4. Grande delusione in casa Sensation, con la sensazione di aver subìto un’ingiustizia e di aver raccolto molto meno di quanto meritato. Grande soddisfazione in casa Fantastic Five: vittoria in casa dei “cugini” gioiosani, play-off promozione messi in cassaforte e terzo posto raggiunto in classifica vista la concomitante sconfitta del Laganadi.

Le buone notizie per la Sensation Gioiosa, però, giungono dagli altri campi. I rivali dell’Elettromega Polistena (6° posto in classifica, a 1 solo punto di distanza dalla formazione allenata da Mister Ragona) perdono sul campo del Bova. Anche la Ludos Vecchia Miniera, che ospiterà la squadra gioiosana nell’ultima giornata di campionato, perde la sua partita in casa della Virtus e sciupa clamorosamente la possibilità di giocarsi il sorpasso sulla Sensation nello scontro diretto di sabato prossimo. Il prossimo turno di campionato, quindi, vedrà la Sensation Gioiosa pienamente motivata ad ottenere i 3 punti in palio (mentre la Ludos non avrà più nulla da chiedere al campionato) e a respingere l’eventuale assalto finale al 5° posto da parte di Elettro Mega Polistena (che giocherà la sua partita casalinga contro i dominatori del campionato dell’Edilferr Cittanova).

Ci vorrà una Sensation con più qualità e con più tenuta fisica, sia in casa della Ludos sia negli eventuali ed auspicati play-off promozione. Contro la Fantastic Five Siderno, si è avvertita l’assenza di Minnella, l’uomo che riesce ad accelerare la manovra e a verticalizzare in profondità con regolare pericolosità. E si è avvertito, ancora una volta, un calo fisico nell’andamento complessivo della gara, puntualmente sfruttata da una squadra “robusta” – sul piano atletico e anche sul piano mentale – come quella sidernese.