Chi sono i lettori di Ciavula?

A 3 mesi dalla nascita di Ciavula possiamo già avere una base statistica sulla quale provare a capire chi sono i lettori e le lettrici del nostro giornale on line, grazie a google analytics.

I dati ci dicono che a leggerci sono il 60% di donne e il 40% di uomini. Per quanto riguarda le fasce d’età i più presenti sul sito hanno tra i 25 e i 34 anni (30,64%), seguiti da coloro che hanno tra 35 e 44 anni (23,32%). I meno presenti, com’era prevedibile, gli over 65, probabilmente anche a causa di una minore alfabetizzazione informatica.

Ovviamente veniamo letti prevalentemente in Italia (92,24%) e all’interno dell’Italia soprattutto nella Locride ma non sono da sottovalutare le visualizzazioni dei cauloniesi e dei gioiosani che studiano o lavorano altrove e che rendono Roma (21,66%) e Milano (18,8%) molto attente ai nostri aggiornamenti.

Dall’estero veniamo letti da molti paesi, in primis dagli Stati Uniti (1,94%), seguiti da Germania (0,82%) e Inghilterra (o,62%).

Il browser principale col quale si collegano i nostri lettori è Google Chrome (42,61 %), che è il browser preferito anche dal sottoscritto, seguito da browser Android (23,10%) e Safari, il browser della Apple (20,81%). Internet Explorer e Firefox si collocano, giustamente, agli ultimi posti.

Il 64,39% si connette dal cellulare (abbiamo una ottima versione mobile del sito), il 27,15% da un pc fisso e l’8,46% dai tablet. Tra i dispositivi con cui si leggono i nostri articoli vince l’iPhone Apple (19,90%), seguito dagli iPad Apple ma se sommiamo le varie versioni dei Samsung Galaxy non c’è storia, la stragrande maggioranza dei nostri lettori si collega a Ciavula.it da un cellulare Samsung.

Le categorie più cliccate sono ovviamente Caulonia e Gioiosa seguite dalla cronaca.

L’articolo più letto in assoluto è “Pescatore gioiosano avvista 2 squali a Caulonia“, al secondo posto si colloca una “Carcarazza” che infiammò Gioiosa “La settimana santa e l’ipocrisia dei gioiosani” e sull’ultimo gradino del podio “Picchia nigeriana davanti alla farmacia di Caulonia e poi ferisce carabiniere“.

Quello che i dati statistici non riportano sono i commenti e le mail che riceviamo quotidianamente, che molto più delle percentuali sono il segno di quanto Ciavula.it sia in soli tre mesi diventano strumento di informazione essenziale per le comunità di Caulonia e Gioiosa.

  1. Francesco Tuccio 29 Giugno 2015, 2:31

    ma a tre mesi Ciavula è ancora patace, quando allungherà le ali volerà più alto ancora