Domani sera al Ktf Peppe Voltarelli, Malmaritate e Officina Kalabra

Domani sera al Ktf Peppe Voltarelli, Malmaritate e Officina Kalabra

KAULONIA TARANTELLA FESTIVAL
XVII Edizione – IL BALLO MAGICO

dal 18 al 22 agosto 2015 – Piazza Mese – Caulonia (RC)

20 agosto

La musica popolare d’autore al Kaulonia Tarantella Festival

Peppe Voltarelli
Malmaritate
Officina Kalabra

La terza serata del Kaulonia Tarantella Festival vedrà protagonista la musica popolare d’autore con il sornione Peppe Voltarelli, creatore della tarantella punk con centinaia di concerti in Italia e all’estero.
Ci saranno anche le Malmaritate, l’ultima scoperta della “Cantantessa” Carmen Consoli, ovvero un progetto musicale di donne che operano in svariati settori artisti, oltre alla musica, anche il teatro, la danza, il mimo e la pittura. Un viaggio tra i meravigliosi ma anche tortuosi percorsi dell’universo femminile, durante il quale confideranno al pubblico i loro segreti e sogni.
Sul palco Officina Kalabra, un gruppo di musica popolare calabrese, nato dall’incontro del liutaio Francesco Braccio e dal giovane cantautore Gerry Rombolà che faranno scatenare tutta la piazza.

L’evento, promosso dall’amministrazione comunale di Caulonia, quest’anno si avvale della collaborazione di iCompany – The Music System (www.i-company.it).

Il Kaulonia Tarantella Festival, il cui direttore artistico è Mimmo Cavallaro, prosegue fino al 22 agosto, iniziando dalle 18:00, fino alle 6:00 del mattino seguente, e si caratterizza di corsi di ballo tradizionale e di strumenti tipici popolari.

CENTRO STORICO
18 AGOSTO 2015 Workshop: “I Ritmi dell’India incontrano la tarantella” a cura di Rashmi V.Batt
19-20-21 AGOSTO 2015 L’Agorà dei Cantastorie a cura di Fulvio Cama
18-22 AGOSTO 2015 Corsi di ballo tradizionale, di organetto, di tamburello, di lira calabrese e di chitarra battente

PEPPE VOLTARELLI

peppe_voltarelli

Interprete, autore, attore. Nel 1990, a Bologna, Peppe Voltarelli fonda “Il parto delle Nuvole Pesanti”, creatore della tarantella punk con centinaia di concerti in Italia e all’estero. Nel 2005 é protagonist del film “ La Vera Leggenda di Tony Vilar” di Giuseppe Gagliardi e per il quale Peppe compone la colonna sonora originale. La storia racconta il viaggio attraverso la comunità italiana di Buenos Aires e New York (dove il film è realmente girato), alla ricerca di Tony Vilar, cantante di origine italiana molto popolare in Argentina negli anni ’60, sparito velocemente dalle scene. Nel 2006 e nel 2007, il film partecipa rispettivamente al Roma Film Festival e al Tribeca Film Festival. Nel Gennaio 2006, Peppe lascia la sua bande da inizio alla sua carriera da solista. Il suo primo album “Distratto Ma Però” esce nel 2007 ed è tra i finalisti del Premio Tenco 2007. Nel 2009, l’album viene pubblicato e distribuito in Argentina dalla casa discografica Los Anos Luz. Il 13 Aprile 2010, esce il suo secondo album “ Ultima Notte à Mala Strana” distribuito da Universal. Nel 2010, l’album vince il Premio Tenco come Migliore Album in Dialetto. Si tratta del primo album in Calabrese che riceve tale riconoscimento. L’album esce anche in Francia con la prestigiosa etichetta Le Chant du Monde (con la distribuzione in Europa), in Argentina con Los Anos Luz e in Canada con Casa Nostra/D.E.P (Universal). Nel 2011 Peppe compone la colonna Sonora originale per il film “Tatanka” di Giuseppe Gagliardi, ispirato ad un racconto di Roberto Saviano. Storia di rivincita sociale attraverso lo sport e talento in terra di Camorra. Il suo spettacolo “ Il Viaggio, i Padri e l’Appartenenza” è uno spettacolo di canzone italiana. Voce, chitarra e fisarmonica, attraverso la canzone italiana di celebri artisti e tramite la sua canzone, Peppe racconta la sua storia, storia di emigrazione dal Sud al Nord dell’Italia e in tutto il mondo. Il suo impegno sociale sottolinea la starda di un artista che descrive il suo Sud con sguardo ironico, sospeso tra amarezza e surrealismo. Un viaggio attraverso la canzone italiana e le sue canzoni che hanno contribuito a impreziosire il suo percorso artistico. Un viaggio musicale “serio e divertente” che guida la nostra attenzione sull’eredità italiana in tutto il mondo

MALMARITATE

A partire dal Medioevo e fino al XVI secolo i desideri delle fanciulle bramose di marito, i pentimenti delle spose all’indomani di nozze forzate o semplicemente sbagliate e, più in generale, le disillusioni della vita coniugale trovavano un canale di sfogo nei canti delle donne mal maritate, diventate nel tempo dei veri e propri capisaldi della nostra storia popolare e della nostra cultura.Mai come oggi, in un momento storico in cui le donne sono al centro dell’attenzione, in quanto vittime di violenza e soprusi per lo più attuati tra le mura domestiche, questo canto ha bisogno di trovare la sua voce.

Malmaritate è un progetto sostanzialmente musicale, che si arricchisce via via del contributo, talvolta imprevisto e a sorpresa, di donne che operano nei diversi settori dell’arte (musica, teatro, danza, mimo, pittura). Un vero e proprio viaggio tra i meravigliosi ma anche tortuosi percorsi dell’universo femminile, durante il quale confideranno al pubblico i loro più intimi segreti e sogni. Le Malmaritate approderanno a Zo Centro Culture di Catania il 18 maggio alle ore 21:30, portando in scena canti appartenenti alla musica popolare e opere inedite. Sul palco Gabriella Grasso (voce e chitarra), Valentina Ferraiuolo (voce e tamburi), Emilia Belfiore (violino) e Concetta Sapienza (clarinetto).

OFFICINA KALABRA

“Officina Kalabra”, è un giovane gruppo di musica popolare calabrese, nato, nel 2011, dall’incontro del liutaio Francesco Braccio e Gerry Rombolà, giovane cantautore e amante di musica popolare, che, spinti dalla stessa passione, si organizzano e si mettono alla ricerca di giovani musicisti componendo pian piano quello che oggi è l’attuale gruppo. Il progetto prende forma, molti musicisti vengono interpellati per condividere il progetto ma, alla fine, non tutti sembrano crederci. Chi si perde per strada, chi va all’estero per lavoro, chi va via per finire gli studi. Alla fine, il progetto viene sposato in pieno solo da Giuseppe Braccio, suonatore di chitarra classica e chitarra battente e figlio del liutaio Francesco, da Paolo Zangone, giovane e abile bassista, e da Nicola Martino, tamburellista e percussionista con una passione immensa verso la tarantella. Dopo un anno di rodaggio, durante il quale il gruppo si esibisce principalmente in bar e piccoli locali della zona, arriva il salto di qualità. Le serate di piazza, la magnifica e coinvolgente serata alla sagra del vino di Brattirò del 10 agosto, l’entusiasmante serata del 16 agosto a Santa domenica di Ricadi dove il palco viene condiviso, per circa 3 ore, con gli “Zimbaria”, storico gruppo salentino di pizzica. Il gruppo sente la necessità di crescere e, dopo vari addii, vengono coinvolti Francesco Donato, giovane musicista abile suonatore di organetto e percussioni, Giuseppe Preiti, alla chitarra classica, Anna Rao, voce e cori, Anna Maria Pugliese, danza e balli. Finalmente il gruppo e ben delineato ed ora, è arrivato il momento di divertirci insieme a ritmo di tarantella! EVVIVA CU BALLA