Vito Teti e il ballo di “Santu Roccu”

Vito Teti e il ballo di “Santu Roccu”

Terra_inquieta_coverVito Teti insegna Antropologia Culturale all’Università di Cosenza ed è un intellettuale di assoluto rilievo nazionale ed europeo. Egli rappresenta l’interprete più autentico e più profondo della Calabria: quella antica che rinnova la sua identità, quella degli ultimi con la testa sempre alta, quella nomade ed errante e quella che resta e resiste. Ampia e variegata la sua bibliografia (leggi QUI), dedicata ai pregiudizi, ai luoghi, alle migrazioni, al cibo, alle ritualità che “riempiono” l’identità precaria e in continua evoluzione dei calabresi.

Teti è anche un grande conoscitore della Festa di San Rocco, da lui reputata uno straordinario esempio di identità collettiva. Il suo ultimo contatto diretto è stato il convegno del 26 Agosto dedicato al “suono di San Rocco”.

Foto tratta da "Terra Inquieta", di Vito Teti

Foto tratta da “Terra Inquieta”, di Vito Teti

Nel suo ultimo imperdibile volume, intitolato “Terra inquieta. Per un’antropologia dell’erranza meridionale” a cura di Rubbettino Editore, il professore nativo di San Nicola da Crissa dedica a San Rocco alcune pagine con riflessioni molto asciutte ma di grande efficacia.

Abbiamo ampiamente indicato cosa significa e cosa rappresenta la Festa di San Rocco (leggi QUI e QUI), praticamente gli stessi concetti espressi da Teti con magistrale sintesi: “Questa festa di San Rocco, con i suoi legami con la tradizione, con gli elementi del mondo esterno che alla tradizione si combinano in mille modi, incrociando aspetti religiosi, teatrali, musicali e spettacolari, con l’incontro tra devoti del luogo, emigrati, turisti, mi sembra metafora ed emblema di una Calabria antica e moderna, con un forte sentimento dei luoghi e dell’appartenenza, aperta verso l’esterno e al nuovo“.

Riportiamo di seguito le riflessioni dedicate a San Rocco, nell’auspicio che siano un incentivo alla lettura integrale di “Terra inquieta” e, magari, anche per una prossima presentazione gioiosana del libro.

VitoTeti_SanRocco1_01

VitoTeti_SanRocco2_01