Se Allaro piange, Amusa non ride

Se Allaro piange, Amusa non ride

L’Allaro e l’Amusa sono le fonti principali dell’ecosistema del nostro territorio. Fonti di vita per la nostra vita e per quella di coloro che scelsero il sito su cui fondare Castelvetere a cavallo di due vallate, su una altura rupestre per ragioni di difesa militare e di accessibilità alle vaste e rigogliose risorse naturali: marine, collinari e montane.

Ma a guardare le due fiumare nei punti più critici del loro passaggio pare che questo concetto sia stato dimenticato assieme alla storia delle rovine apportate in coincidenza con le alluvioni da noi fin troppo frequenti.

ponti Allaro

ponti Allaro

Dell’Allaro abbiamo già detto e documentato ampiamente come sotto i ponti della statale 106 e quello ferroviario si stia creando una pericolosa ostruzione dovuta alla crescita di una vegetazione alta, robusta e caotica. (Vedi: Diga in costruzione sotto i ponti dell’Allaro  http://ciavula.it/2015/10/diga-in-costruzione-sotto-i-ponti-dellallaro/)

pvasì1Oggi tocca all’Amusa. Identica situazione e non vi sono parole da aggiungere. Bastano le immagini che vi mostriamo. C’è solo da precisare che siamo al ponte nell’abitato di Vasì, con tutto quello che ciò significa innanzitutto per le persone.

Ipvasì5Qui, è spettacolare vedere come i pioppi cresciuti quasi al centro del ponte stesso l’abbiano più che doppiato in altezza. Segno evidente che sulle due fiumare sono anni che non si fa quella regolare e periodica manutenzione indispensabile per salvaguardare la vita e i beni della collettività.

ponte Vasì 2

ponte Vasì 2

Non vogliamo fare speculazione politica, ma sarebbe pura omertà non dire che il demanio fluviale da tempo ricade nelle competenze della Provincia e questo ente se ne sta assumendo tutte le responsabilità per quello che potrà accadere. Non ci è di alcun conforto perché di fronte ai disastri, anche i più immani, il pubblico in Italia non ha mai pagato come avrebbe dovuto.

pvasì4

Tagged with