CAULONIA, A BREVE IL CORSO PER ASSAGGIATORI DI OLIO DI OLIVA

CAULONIA, A BREVE IL CORSO PER ASSAGGIATORI DI OLIO DI OLIVA

Che sia un fatto culturale, antropologico e simbolico o, semplicemente, fattore imprescindibile della dieta Mediterranea, certamente l’olio costituisce l’elemento determinante della nostra cucina. Nato dall’ulivo, pianta sacra alla dea Atena, fin dall’antica Grecia l’olio veniva usato per condire cibi, per la cura del corpo, per curare ferite e malattie, come fonte permanente di luce nelle case. Dall’antica Grecia ad oggi quello dell’olio è un vero e proprio culto intorno a cui gravitano nuove figure professionali. Sommelier dell’olio, oleologi, degustatori di olio o “fautori dello stripping”: questa una delle nuove professioni richieste per il lancio di un prodotto sempre più italiano. L’Istituto Tecnico Agrario di Caulonia ha accolto questa sfida e lancia per i prossimi giorni, dall’8 al 12 Marzo, un corso tecnico per la formazione di assaggiatori di olio vergine d’oliva di primo livello. VOLANTINO CORSO ASSAGGIATORI OLIOIl progetto, fortemente voluto dal dirigente scolastico Antonino Morfea, si svolgerà all’interno dell’ITA di Caulonia, unica scuola in tutta la provincia a cimentarsi in questo interessantissimo percorso. Obiettivo è, per l’appunto, iniziare un itinerario di formazione di una nuova figura professionale, quella dell’esperto di analisi sensoriale di olio d’oliva vergine e vergine extra, fondamentale per una corretta, oggettiva e completa analisi, volta alla reale valutazione qualitativa degli oli. Inoltre, il corso prevede il raggiungimento dei seguenti obiettivi generali: apprendere la reale consistenza e l’utilizzo del sistema percettivo umano per caratterizzare e descrivere le sensazioni degli oli vergini di oliva; riconoscere le principali caratteristiche sensoriali degli oli vergini di oliva ed utilizzare corretti metodi di valutazione stabiliti dall’Unione Europea e del Consiglio Oleicolo Internazionale; apprendere il sistema normativo per la tutela e la valorizzazione degli oli di oliva a denominazione di origine (DOP) e ad indicazione geografica protetta (IGP); partecipare all’attività dei panel di analisi sensoriale dell’olio di oliva. A questi obiettivi si aggiunge un obiettivo più specifico, che prevede la verifica dell’idoneità fisiologica degli allievi e il conseguente rilascio dell’attestato di idoneità fisiologica a coloro che supereranno le prove selettive, nonché l’istruzione sulle materie di base del comparto oleicolo. La frequenza al corso è aperta a tutte le persone che, spinte da motivazione e interesse, desiderano diventare assaggiatori di olio di oliva vergine. Il programma previsto è ripartito in dieci moduli per un totale di trentacinque ore. Da una parte introduttiva, dedicata ad avvicinare l’allievo all’analisi sensoriale dell’olio, si passerà allo studio dei metodi ufficiali di valutazione. La parte finale del corso prevede una verifica degli argomenti trattati e il rilascio dei relativi attestati. Le lezioni, inoltre, saranno scandite tra momenti teorici e attività pratiche al fine di creare sinergia nell’apprendimento.Olio si o olio no? L’ITA di Caulonia, nel frattempo, invita alla scoperta di quella che, prima di essere una professione, rappresenta un’arte da mettere a disposizione per capire come riconoscere, abbinare e considerare di qualità il nostro nettare a base di olive.