CONTRASTO ALLA ‘NDRANGHETA, NUMEROSE LE DENUNCE E LE PERQUISIZIONI NELLA LOCRIDE

CONTRASTO ALLA ‘NDRANGHETA, NUMEROSE LE DENUNCE E LE PERQUISIZIONI NELLA LOCRIDE

Nell’ambito del piano nazionale e transnazionale di contrasto alla criminalità denominato “focus ‘ndrangheta” e della pianificazione coordinata dei servizi realizzata sulla scorta delle politiche di controllo del territorio implementate sotto la direzione generale del Prefetto di Reggio Calabria, dottor Claudio Sammartino.

A tal fine sono stati allestiti numerosi posti di controllo, sia nelle aree rurali che nelle periferie dei principali centri urbani, effettuati rastrellamenti ed eseguite numerose perquisizioni, domiciliari, personali e veicolari (identificate 370 persone a bordo di 152 mezzi).

Durante i serrati controlli svolti, è emerso che:

  • i Carabinieri della Stazione di Roccella Jonica hanno denunciato un 57enne di Maddaloni per truffa. L’uomo, al termine di una trattativa on-line, si sarebbe fatto accreditare la somma di 300,00 €uro sulla sua carta Postepay, quale acconto per la locazione di un appartamento sito in quel centro abitato, che da successivi accertamento è risultato non essere il suo, facendo perdere successivamente le proprie tracce;
  • i Carabinieri della Stazione di Marina di Gioiosa Jonica hanno denunciato un albergatore di quel centro, il quale a seguito di un controllo eseguito presso l’esercizio commerciale di sua proprietà unitamente a personale specializzato dell’Enel, è stato accertato un allaccio abusivo alla rete elettrica mediante un sistema bypass;
  • i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Locri hanno denunciato un 35enne di Portigliola, risultato positivo al controllo etilometrico, con tassi alcolemici superiori ai limiti consentiti, dalle legge;
  • i Carabinieri della Stazione di Platì hanno denunciato un 30enne del posto, il quale a seguito di una perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di svariati grammi di marijuana rivenuti presso la sua abitazione;

Inoltre,

  • i Carabinieri della Stazione di Gerace hanno segnalato alla Prefettura di Reggio Calabria un uomo di 39anni, il quale a seguito di una perquisizione personale è stato trovato in possesso di 1 involucro contenente cocaina;
  • i Carabinieri della Stazione di Platì hanno sottoposto un 65enne pregiudicato del posto, alla Sorveglianza Speciale di P.S. con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, irrogata dal Tribunale – Sezione M.P. di Reggio Calabria che ha concordato a pieno con le risultanze informative rapportate dalla Compagnia Carabinieri di Locri.