RIACE, LUCANO CONVOCA L’ASSEMBLEA PUBBLICA PER CONTINUARE LA RIVOLUZIONE

RIACE, LUCANO CONVOCA L’ASSEMBLEA PUBBLICA PER CONTINUARE LA RIVOLUZIONE

Riprendiamo e riportiamo integralmente la convocazione dell’Assemblea Pubblicata prevista per il prossimo 19 marzo a Riace. La riprendiamo, perché i punti in discussione previsti dal Sindaco Mimmo Lucano rappresentano punti cruciali di un percorso etico e rivoluzionario lanciato dal piccolo borgo locrideo. Percorso a cui molti primi cittadini della zona, che tanto ostentano, dovrebbero guardare con umiltà e voglia di apprendimento.  

“Rivolgo un invito a tutti i cittadini per partecipare  all’assemblea pubblica prevista sabato 19 marzo alle h 18.00  c/o la sala del municipio di Riace.

Confido nella maggiore partecipazione possibile per un confronto aperto in cui tracciare un resoconto relativo all’attività amministrativa e per affrontare e decidere su argomenti e tematiche che ritengo possano essere di particolare interesse sociale:

–  progetto asilo nido per l’infanzia (struttura completata e arredata, è necessario avviare la gestione operativa per dare un servizio alla comunità e costruire opportunità di lavoro   per 5 – 6 giovani disoccupati;

– beni confiscati alla mafia e sviluppo di un progetto “senza ombre” che prevede il riutilizzo delle strutture confiscate (ostello della gioventù – ristorante- pizzeria- sistema dell’ospitalità diffusa per  il turismo archeologico, la biodiversità, ecc) immagino che la gestione  che il comune affida (a cooperative sociali) senza nulla chiedere in cambio  può  far nascere delle concrete opportunità di lavoro;

– progetto centro di prima accoglienza “casa del pellegrino san Cosimo e san Damiano” per superare le condizioni di grave disagio ed emergenzialità di tantissimi esseri umani in fuga dalle guerre e dalle persecuzioni che sbarcano lungo le nostre coste;

– nuova toponomastica comunale che sarà ufficiale entro il prossimo mese (la prefettura ci ha già trasmesso il decreto autorizzativo per la denominazione dei nuovi toponomi) a tutte le abitazioni daremo (gratuitamente) i numeri civici decorati a mano nei laboratori artigianali di Riace;

– lavori per il pozzo e auto-sufficienza idrica: entro la prossima estate saremo in grado di utilizzare acqua proveniente dalle nostre sorgenti sotterranee ed azzerare la tassa comunale.

Sentire la voce dei Cittadini è come toccare l’anima delle comunità,  soprattutto di quelli che pensano di non avere voce perché rappresentano categorie che occupano gli ultimi posti  nelle gerarchie sociali,  categorie a cui personalmente sento  di appartenere”.

hasta siempre  

Domenico Lucano

Tagged with