IL COMITATO DI SORVEGLIANZA DEL PAC INFANZIA E ANZIANI PREMIA LA REGIONE

IL COMITATO DI SORVEGLIANZA DEL PAC INFANZIA E ANZIANI PREMIA LA REGIONE

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO. 

Come previsto e annunciato nei giorni scorsi, in occasione delle polemiche inutilmente sollevate sul rischio di perdita per la Regione Calabria di 33 milioni di euro per il Programma PAC Infanzia e Anziani, il Comitato di Sorveglianza del PAC, tenuto a Roma presso il Ministero dell’Interno il 21 scorso, ha premiato l’impegno della Regione Calabra per l’accompagnamento ed il sostengo strenuo ai Comuni, dando atto del grande avanzamento del Programma, ed ha deciso che neanche un euro andrà perso per la Calabria.

Il Comitato di Sorveglianza del 21 aprile, a cui ha partecipato il Dirigente Generale del Dipartimento Lavoro Dott.  De Marco, e l’Autorità di Gestione del PAC nella persona del Prefetto Riccio, hanno riconosciuto il grande progresso presentato dai Comuni Capifila dei Distretti Socio-sanitari calabresi, teso a recuperare il grande ritardo che aveva caratterizzato l’attuazione iniziale del Programma, e che aveva esposto la Calabria ad un rischio di disimpegno di 33 milioni (e non 57 come falsamente annunciato) per mancato utilizzo dei finanziamenti alla data del 30/6/2016, grazie al grande impegno profuso dalla Regione Calabria d’intesa con l’ANCI e con la Prefettura di Catanzaro per accompagnare i Comuni al recupero dei ritardi ed al pieno utilizzo dei fondi assegnati.

Grazie ai numerosi incontri realizzati in Assessorato e  al supporto offerto dal Dipartimento in un rapporto one to one,  distretto per distretto, i Comuni calabresi hanno infatti, con una grande accelerazione degli ultimi mesi,  raggiunto un significativo livello di impegni giuridicamente vincolanti (cioè aggiudicazione nelle gare di affidamento e stipula di contratti) al 15/4/2016 pari a 26.725,861,57 euro, pari al 72% del finanziamento assegnato per il 1^ riparto, pari ad euro 37.042.535,95, atteso il livello  di utilizzo del complesso delle Regioni meridionali che è stato pari al 71%. Un risultato straordinario, conseguenza della grande intesa tra Regione ed ANCI che ha consentito una importate accelerazione delle procedure di impegni e spesa, che ha consentito di ridurre i livelli di rischi di disimpegno a 14 milioni di euro circa, un terzo di quello temuto qualche mese fa.

oliverio roccisano evidenza

A tal proposito arriva la seconda buona notizia:  i 14 milioni non andranno comunque dispersi per la Calabria, che non si vedrà sottratto nemmeno un’euro, in quanto il Comitato di Sorveglianza ha accolto la proposta comunicata dalla Regione Calabria di riallocare sul territorio calabrese le economie dei Comuni inadempienti, o attraverso la riallocazione delle economie sui Comuni virtuosi che hanno raggiunto buone performance di utilizzo dei fondi, o attraverso Progetti a regia diretta della Regione da realizzare con i Comuni sul territorio, sulla base delle intese che verranno raggiunte con l’ANCI e con il Ministero dell’Interno.

Un risultato importante, che fa giustizia delle tante Cassandre che annunziavano il fallimento della Regione Calabria, e che conferma  l’impegno costante della Giunta Regionale del Presidente Mario Oliverio di tutelare i soggetti più deboli come sono gli anziani e i minori e soprattuto dà merito alla metodologia ormai consolidata per l’Assessorato alle politiche sociali che passa dal confronto e dal  partenariato con l’ANCI e con gli operatori del Terzo Settore nella piena tutela dei beneficiari finali. Possiamo oggi dire che è stato possibile raggiungere un obiettivo che qualche mese  fa  sembrava impossibile. Per dare continuità al lavoro svolto i distretti e i diversi interlocutori saranno convocati per il prossimo 3 maggio per fare un punto della situazione e programmare i prossimi passi.

L’Assessore Regionale al Welfare

Dr.ssa Federica Roccisano

Tagged with