Trovati con banconote false, tre arresti

Trovati con banconote false, tre arresti

(ANSA) – ROSETO CAPO SPULICO (COSENZA), 25 MAG – La Guardia di finanza ha arrestato a Roseto Capo Spulico tre persone, due uomini di Corigliano, uno di 30 e l’altro di quaranta anni, e una donna romena trentenne, con l’accusa di concorso in ricettazione e falsificazione di banconote. Sequestrati circa 1.500 euro in banconote false in tagli da 50 e 100 euro.
Nel corso di un controllo sulla statale 106, i finanzieri hanno fermato i tre a bordo di un’autovettura risultata rubata mentre rientravano in Calabria dopo avere effettuato degli acquisti per pochi euro in alcuni negozi di Grassano e Grottole, in provincia di Matera pagando con biglietti falsi da 100 euro.
I militari a seguito della perquisizione dell’auto hanno trovato banconote risultate false che erano state nascoste all’interno di un’intercapedine ricavata nel vano del cambio.

Le banconore contraffatte rinvenute dai Carabinieri, Roma, 26 gennaio 2016. Stavano tentando di raggirare degli anziani, in via Chiabrera, nel quartiere San Paolo, facendosi dare 3mila euro per l'acquisto di alcuni pseudo diamanti, una truffa alla Totò visto che si trattava praticamente di pezzi di vetro. Tre uomini di origini palermitane, di 32, 40 e 54 anni, tutti con precedenti analoghi, sono stati denunciati per tentata truffa aggravata in concorso dai carabinieri della Stazione Roma San Paolo. Nei loro confronti, inoltre, è stato richiesto e ottenuto il foglio di via obbligatorio dal Comune di Roma per la durata di 3 anni. In due, avvicinavano in strada persone anziane per proporgli la vendita, ad un prezzo ultra scontato, di diamanti, a loro dire - purissimi, poco dopo si avvicinava un finto gioielliere, "casualmente" di passaggio, in realtà un complice, che, con una lente da esperto, confermava la purezza dei diamanti e tentava di introdursi nella trattativa traendo ulteriormente in inganno la vittima che, a quel punto, vantava la precedenza nella compravendita ed era disposto a pagare. I tre, dopo essersi disfatti dei finti brillanti, sono stati trovati in possesso di 40 banconote da 100 euro e altre 36 da 50 euro nascoste nella loro auto, tutte palesemente contraffatte e con la dicitura "fac-Simile" riportata su una facciata che utilizzavano per la finta trattativa. ANSA/ UFFICIO STAMPA CARABINIERI +++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++