Condannato per assenteismo si uccide

Condannato per assenteismo si uccide

(ANSA) – LAMEZIA TERME (CATANZARO), 24 MAG – Condannato per assenteismo nel dicembre scorso e poi licenziato dalla Regione Calabria, un uomo di 59 anni si è suicidato stamani a Lamezia Terme sparandosi un colpo di pistola mentre era in casa. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno accertato che l’arma era di sua proprietà.
L’uomo, insieme a tre colleghi della Regione, era stato accusato di truffa ai danni dello Stato e di falso. Il gup, con un processo con rito abbreviato, nel dicembre scorso aveva condannato i quattro a pene variabili dai dieci mesi ad un anno con la sospensione della pena.
I quattro erano accusati di passare il badge per far rilevare la presenza in ufficio e di assentarsi poi dal posto di lavoro.

Un fermo immagine tratto da un video diffuso dalla Guardia di Finanza che ha eseguito dodici ordinanze di custodia cautelare di restrizione della libertà personale nei confronti di altrettante persone nell'ambito di un'operazione in materia di assenteismo nella pubblica amministrazione. Roma, 21 aprile 2016. ANSA/ US GUARDIA DI FINANZA +++ NO SALES - EDITORIAL USE ONLY +++