Cinquefrondi: il frantoio delle idee presenta la II° edizione del juke joint festival

Cinquefrondi: il frantoio delle idee presenta la II° edizione del juke joint festival

Dal 20 al 23 luglio il Frantoio delle Idee propone un’occasione unica per il popolo degli amanti della buona musica e dello stare insieme con la seconda edizione del Juke Joint Festival. In questi quattro giorni a farne vibrare i muri sarà il buon Blues proposto da artisti provenienti da più parti d’Italia e d’Europa.
Ancora una volta il Frantoio mostra di tenere il polso della propria realtà e traccia la strada ad un modo nuovo e possibile di fare cultura attraverso l’associazionismo ed il volontariato. Quello che fa dell’Associazione ormai un punto di riferimento è la capacità di lettura del proprio territorio nonché dei movimenti a più ampio respiro e la ferma intenzione di dare risposte e spunti di riflessione. Il Frantoio combatte l’indifferenza, solletica le coscienze e mostra un modo possibile di ragionare e condividere. Il Festival è solo uno di questi, attraverso la bellezza della musica il messaggio, però, rimane chiaro: solo insieme si può!
Questo il programma per l’edizione 2016 del Juke Joint Fest che si terrà a Cinquefrondi presso ” Il Frantoio delle Idee”, via Palmara.

20 luglio, esibizione delle band emergenti. Questo sposa perfettamente la mentalità del Frantoio, cioè quella di dare spazio anche ai giovani. Infatti è prevista, per la band che vincerà il contest, l’apertura del concerto finale che si svolgerà Sabato 23 con un artista di calibro internazionale.

Nel giorno 21, invece, vedremo due band che arrivano dal nostro Sud e precisamente: Bad Chili da Reggio Calabria e Niggaradio dalla Sicilia. Entrambe le band hanno un curriculum molto ricco, hanno partecipato a moltissimi festival in ambito nazionale e vantano qualche partecipazione anche all’estero.

Il 22, serata che anticiperà la chiusura, calcheranno il palco due band che arrivano dal Nord(bellissimo anche l’interscambio tra i due estremi della nostra penisola ), rispettivamente i Nandha Blues da Aosta e i funambolici Alligator Nails dalla Valtellina. I primi presentano un sound che arriva direttamente dagli Stati Uniti d’America, un Blues molto desertico e molto Mississippi contemporaneamente in cui fluidi riff di chitarra si intrecciano al poderoso groove di basso e batteria. Insomma, come si dice, un Power Trio che fa paura!!!
Invece gli Alligator Nail vantano una meravigliosa voce femminile, voce che ti porta un po’ in giro per il mondo e non solo negli states, anche se suonano Blues. Voce calda e potente, mentre chitarra, basso, organo e batteria fanno il resto. Insomma una serata in cui non puoi stare fermo, devi ballare per forza.

Eccoci quindi alla serata di chiusura e non poteva essere una serata, come si suol dire: col botto!!!
Laurence Jones, giovane londinese che suona in maniera strepitosa e ti fa notare che, in quanto al Blues, il suo bagaglio musicale è veramente grande, nonostante la giovane età. Laurence si circonda di musicisti di grande spessore, per esempio al basso troviamo un musicista che ha collaborato con Joe Bonamassa e non è poco credetemi. Gli altri musicisti seguiranno il giovane Laurence con grande maestria e professionalità. Insomma, una serata con personaggi e artisti a livello internazionale, degna di chiudere alla grande un festival che già al secondo anno conta su grandi nomi (prima edizione con i Delta Moon da Atlanta e Gina Sicilia da Nashville ). Il nostro intento è quello di crescere sempre di più, di anno in anno. Certo, solo con i nostri sforzi sarà sempre più difficile, ma noi crediamo nella Musica, noi crediamo nel Blues e crediamo in una “Rinascita” in tutto e per tutto della nostra meravigliosa terra.

Il presidente
Rosaria Tropepe

il frantoio delle idee juke joint festival cinquefrondi