La solidarietà di Zavaglia ai terremotati

La solidarietà di Zavaglia ai terremotati

ZavagliaMaurizio

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO COMUNALE

SOLIDARIETA’ ALLE POPOLAZIONI COLPITE DAL TERREMOTO
Dolore, costernazione, sbigottimento. Sono le sensazioni che proviamo da ieri, in seguito alla tragedia che ha colpito il Centro Italia, con particolare intensità nelle comunità di Amatrice, Accumuli, Arquata del Tronto. Avendo nell’immediatezza sentito i capigruppo consiliari, a nome mio personale e di tutto il Consiglio comunale di Gioiosa Ionica esprimiamo solidarietà e vicinanza alle popolazioni vittime del terribile terremoto. Ci sentiamo idealmente abbracciati con i familiari delle persone decedute e con i primi cittadini dei Comuni interessati. Esprimiamo, nello stesso tempo, un plauso per la macchina dei soccorsi che si è immediatamente messa in moto fin dai primi minuti dopo la prima forte scossa: Protezione Civile nazionale e regionali, Forze Armate, Esercito, Corpo forestale dello Stato, Croce Rossa, gruppi di volontariato di Protezione Civile, volontariato in genere. Una straordinaria risposta corale a questa vera calamità naturale rappresentata dal terremoto. La cronaca ci parla di molte vite umane tratte in salvo proprio grazie alla tempestività ed alla professionalità dei soccorsi messi in campo. Nello stesso tempo registriamo che sono state efficaci anche le procedure per dare pasti caldi e da dormire ai numerosi sfollati.
Anche la comunità di Gioiosa Ionica si è immediatamente attivata in termini di solidarietà. Dalla raccolta fondi (Unicef) alla disponibilità ad essere materialmente presenti laddove occorra, nei prossimi giorni, da parte del locale gruppo di Protezione Civile delle Misericordie d’Italia, alla donazione di sangue effettuata da molti concittadini. Siamo certi che anche nelle prossime ore e nei prossimi giorni i gioiosani continueranno, con gesti individuali o in modo organizzato, a dimostrare la generosità e solidarietà che caratterizza i popoli del Mezzogiorno d’Italia. Ovviamente anche come amministratori e consiglieri comunali non saremo da meno: ognuno si attiverà, secondo la propria coscienza e sensibilità.
La vicenda del sisma dell’Italia Centrale ci insegna, per l’ennesima volta, quanto sia importante, di fronte ad aventi catastrofici, la prevenzione e la capacità di reagire nell’immediatezza. I piani comunali di protezione civile assumono una valenza strategica. Il Comune di Gioiosa Ionica si è dotato di questo strumento già nel 2005, aggiornandolo nei mesi scorsi con voto unanime del Consiglio. Si tratta ora di renderlo strumento fruibile e condiviso nelle scuole, tra le associazioni, nella cittadinanza tutta.

Gioiosa Ionica, lì 25 agosto 2016
Il presidente
Maurizio Zavaglia