Siderno: l’assessore Ercole Macrì risponde al PD

Siderno: l’assessore Ercole Macrì risponde al PD

L’Assessore Ercole Macrì risponde all’interrogazione di Alessandro Archinà in merito ai presunti tagli fatti all’istruzione per sostenere le spese di Portosalvo

Alessandro Archinà, outsider eccellente e appassionato, può dormire tranquillo. Lo scuolabus viaggerà, sarà efficiente e a lunga durata.

L’imprecisione gonfia, ma non riempie. Come l’azzardo e il capofitto.

O la va o la spacca”: come un fedele legionario Archinà ha lanciato il dado, ma un giro storto può capitare anche a esperti giocatori con barba e capelli bianchi.

Il servizio di trasporto l’amministrazione Fuda l’ha garantito per più mesi già nell’anno scolastico 2015-2016, dopo annate di fermo inspiegabile e nonostante l’utenza non avesse coperto il 36% obbligatorio del costo totale.

Nel bilancio era stata prevista una somma per assicurare il servizio di trasporto e, pensando all’esternalizzazione dello stesso, la somma era stata inserita in un capitolo d’acquisto servizi, a copertura di un eventuale bando. Poi qualcosa è cambiato. Succede.

Abbiamo ricevuto un finanziamento pubblico di euro 45.000 per uno scuolabus. L’abbiamo acquistato: Opel Movano giallo, a nafta, 30 posti, lucido di carrozzeria, 150 cavalli, sicuro e affidabile secondo gli esperti del mensile Quattroruote.

Dare o avere? Avere. Più o meno? Più.

Il trasporto degli alunni non sarà più esternalizzato, ma sarà organizzato internamente, in economia. Addirittura si avranno i margini per ridurre il costo del 36% richiesto alle famiglie degli scolari che usufruiranno del trasporto, che sarà migliore.

Sink o Swim? Annega o nuota, dicono gli inglesi. Nuotiamo caro Alessandro Archinà.

Buon Portosalvo a te, a me e a tutti i sidernesi.

Ercole Macrì, assessore Pubblica Istruzione

4_9 - Scuolabus