Un concerto per rilanciare la splendida frazione di S.Antonio

Un concerto per rilanciare la splendida frazione di S.Antonio

Sant’Antonio è una delle frazioni più importanti e più popolose di Gioiosa Jonica.

Ha una storia significativa, incentrata sulla sua splendida chiesetta e sulla festa ad essa associata; ha potenzialità economiche e culturali, come dimostrato anche dalla bella intuizione della ricostruzione storica della fiera di Santa Maria delle Grazie; ha una buona posizione geografica, al centro della Valle del Torbido e sbocco obbligato degli abitanti di Grotteria (centro e frazioni varie) e San Giovanni di Gerace.

Cittadini di S.Antonio con il Sindaco Fuda

Cittadini di S.Antonio con il Sindaco Fuda

Da un paio d’anni circa, Sant’Antonio ha anche un’associazione di volontari (l’Associazione “Orizzonti”) che intende curarne identità e prospettive, in uno spirito di autentica collaborazione civica.

Abbiamo plaudito all’accordo fra Comune di Gioiosa Jonica e Associazione Orizzonti, accordo con il quale i volontari di Sant’Antonio hanno garantito il proprio impegno nella cura e nella manutenzione dell’ex struttura scolastica (nessuna concessione diretta, solo un Protocollo d’Intesa per permettere la gestione ordinaria dell’immobile e dell’area verde annessa). Già, perchè a Sant’Antonio (e non tutti i gioiosani ne sono pienamente a conoscenza), vi è anche un grande edificio che avrebbe dovuto fungere da scuola e che invece era diventato un autentico “monumento” allo spreco e all’incuria.

Plaudiamo oggi alla prima iniziativa di valorizzazione dell’ex scuola di Sant’Antonio, il concerto per il nuovo anno che si terrà mercoledì 4 gennaio alle ore 18.00: un bel salto di qualità per un immobile di proprietà pubblica, un bene comune non più simbolo di degrado ma luogo vivo in cui produrre cultura e socialità.

l'ex scuola di Sant'Antonio

l’ex scuola di Sant’Antonio

Anche grazie all’Associazione Culturale “Eureka” (di cui fa parte Daniela Orlando, una giovane donna e una brillante musicista proprio di Sant’Antonio), avremo l’opportunità di assistere ad un concerto di musiche classiche e contemporanee, per inaugurare al meglio il nuovo anno.

Questa è la Gioiosa che sosteniamo e che auspichiamo: tanta partecipazione civica, impegno e cooperazione dal basso, sinergìa con le istituzioni democratiche. Ancora più forti e ancora più lungimiranti se inseriti in un contesto di riscoperta del proprio territorio, di recupero dei beni e dei luohi pubblici che ci appartengono come collettività.

eureka_santantonio