TENDOPOLI DI SAN FERDINANDO: RIPARTITA L’OPERAZIONE DI ELIMINAZIONE DEI RIFIUTI

TENDOPOLI DI SAN FERDINANDO: RIPARTITA L’OPERAZIONE DI ELIMINAZIONE DEI RIFIUTI

Riceviamo e pubblichiamo:

FINALMENTE E’ RIPARTITA LA RACCOLTA DELLE 75 TONNELLATE DI RIFIUTI PRESSO LA TENDOPOLI DI SAN FERDINANDO CHE OSPITA I MIGRANTI.
Da stamattina una ruspa e diversi operatori stanno provvedendo a togliere l’ammasso di rifiuti che da mesi giacciono dentro ed attorno la tendopoli-baraccopoli.
Un ulteriore sforzo del Sindaco Andrea Tripodi che in un incontro avuto dieci giorni fa presso il Municipio di San Ferdinando aveva assicurato l’eliminazione dei rifiuti.
Dopo un primo intervento avvenuto il giorno successivo all’incontro, stamattina -giuste anche le anticipazioni dell’Assessora alle Politiche Sociali Irma Loiacono- sono riprese le operazioni di raccolta e risanamento sanitario.


Intanto c’è da prendere atto di un altro importantissimo passo avanti fatto dal Sindaco Tripodi, anche questo ci era stato anticipato, motivato ed illustrato dettagliatamente nell’incontro del 6 febbraio. Come già riportato in una comunicazione di ieri, il Sindaco Tripodi nella recente riunione avuta con il Prefetto ed altre autorità a Reggio Calabria, ha presentato il progetto per la nuova tendopoli. Il Sindaco si è battuto per lo smantellamento di quella attuale che è indegna per ospitare esseri umani e per la costruzione di una nuova struttura che però garantisca una gestione ordinata, dia sicurezza interna ed esterna, dia un tetto ed un letto sicuro e la possibilità di un pasto caldo. E con questi principi è stato redatto il nuovo progetto.
Spetta adesso alla Prefettura velocizzare le operazioni ed al Governo procedere al finanziamento con somma urgenza.
Da parte nostra stiamo ricevendo altre donazioni di indumenti da parte di privati, associazioni, organizzazioni di volontariato e di assistenza sociale che conferiamo alla Croce Viola di Mammola, che a sua volta provvede a portarle e consegnarle ai migranti presso  la tendopoli e la ex- fabbrica.
ORA PERO’ SERVONO SCARPE, SOLO PER UOMO. IN TAL SENSO SI RINNOVA L’APPELLO PER COLORO CHE VOGLIONO CONTRIBUIRE A QUESTA RACCOLTA UMANITARIA.
Venerdì 17 febbraio 2017