Si chiude con un successo la festa dell’Europa della Locride

Si chiude con un successo la festa dell’Europa della Locride

Circa 150 studenti delle scuole superiori hanno preso parte alla Festa dell’Europa 2017 con le scuole della Locride. Una tappa attesa perché ha consentito di chiudere, con la visione dei lavori dei Team studenteschi “Megale Hellas” del “La Cava” di Bovalino, “Epizefiri” dello Zaleuco e “Mazzini’s Green Angels” del Mazzini di Locri il percorso di open journalism e monitoraggio civico applicati ai fondi strutturali “A Scuola di OpenCoesione” 2016/17, coordinato sulla Locride dall’EDIC Calabria&Europa di Gioiosa Jonica.
La giornata si è aperta con la rievocazione dei principi alla base dell’UE e il ricordo della dichiarazione Schuman, firmata proprio il 9 Maggio del 1950 a Parigi, da cui è nato il sogno di pace cresciuto man, mano e divenuto comune patrimonio in Europa. I lavori introdotti e condotti dal responsabile dell’EDIC Calabri&Europa, Alessandra Tuzza, hanno visto susseguirsi i saluti dei Sindaci del territorio Locrideo dal padrone di casa Giovanni Calabrese, a Rosario Rocca presidente dell’Associazione dei Comuni della Locride e Salvatore Crinò sindaco di Casignana. Il percorso di Open Coesione seguito nella scuole è stato descritto dall’intervento di Loredana Panetta dell’Associazione Eurokom che ha dettagliato il lavoro condotto in circa sei mesi a fianco delle scuole. Centrale è stato l’intervento dell’esperto olandese di sviluppo e innovazione Evert Verhagen, che ha intavolato con i ragazzi locridei un dialogo approfondito sui volani di sviluppo e le cause del sottosviluppo dei territori, analizzando proprio la situazione dell’area interessata dai percorsi di monitoraggio dei team di A scuola di Open coesione.

Un ritmo incalzante e molto interessante tutto discusso in lingua inglese dai ragazzi delle scuole ospiti, che, nel confronto con l’esperto olandese hanno saputo dimostrare di essere cittadini competenti e pronti a giocare il loro ruolo di protagonisti per la crescita e l’innovazione territoriale. A presentare l’impegno delle scuole sono stati i dirigenti delle scuole ospiti Caterina Autelitano del “La Cava”di Bovalino, Giuseppe Fazzolari dello “Zaleuco”, e Francesco Sacco del “Mazzini” di Locri, che hanno specificato come le scuole grazie all’impiego dei fondi comunitari siano riuscite ad avanzare e progredire negli ultimi 15 anni, consentendo agli studenti anche della Locride, di intavolare percorsi di sviluppo sociale e culturale all’avanguardia in ambito europeo. Sono infatti decine i laboratori realizzati e le infrastrutture inaugurate, proprio grazie all’impego dei Fondi Fesr ed Fse messi a disposizione delle scuole, che oggi fanno in modo che anche i giovani calabresi abbiano le stesse chance formative degli altri coetanei europei. A chiudere la mattinata il Vescovo della Diocesi di Locri Gerace Monsignor Francesco Oliva sempre vicino agli studenti ed ai protagonisti dello sviluppo locale, che ha saputo complimentarsi e stimolare i ragazzi ad andare avanti nei loro percorso di cittadinanza responsabile ed attiva. I tre i team che hanno analizzato l’utilizzo dei fondi destinati a beni come il parco archeologico Museo di Locri, la villa di Casignana e la Raccolta differenziata nei comuni della Locride, alla fine hanno atteso con ansia il responso di Asoc 2017. Un risultato comunicato on line poco prima delle 13.00 dalla giuria nazionale, composta da rappresentanti di MIUR, OpenCoesione, Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, esperti di Open Government, Innovazione digitale, Data Journalism e cittadinanza attiva. Una commissione che ha valutato i 139 lavori dei team ammessi alla selezione finale, sulla base dei seguenti criteri: originalità del contenuto creativo e abilità comunicativa; capacità di individuare, organizzare e valorizzare diverse fonti di dati e informazioni sugli interventi finanziati dalle politiche di coesione e pubblicati sul portale OpenCoesione e sul territorio circostante; rilevanza del contenuto civico del progetto e dalla sua potenzialità in termini di impatto o coinvolgimento del territorio. A questi criteri si è aggiunto un punteggio calcolato sulla base della coerenza con le indicazioni di consegna e sul Klout Score.
Accanto ai nuovi concorrenti i testimonial vincitori nazionali dello scorso anno, il Team dello Zaleuco People of Tomorrow, che hanno ceduto il testimone ai nuovi campioni nazionali, Primo Premio #ASOC1617, il team BORDERLINE, della classe 3A del Liceo Classico “Gian Tommaso Giordani” di Monte Sant’Angelo (FG). Quindi tra le sei menzioni speciali il PREMIO SPECIALE “INTEGRAZIONE CURRICOLARE” è stato aggiudicato dal Liceo Classico “Francesco La Cava” di Bovalino (RC), con il team Megale Hellas che ha sorpreso con la sua ricerca sul finanziamento alla stagione teatrale assicurata alcuni anni fa alla Villa di Casignana.