La minoranza chiede alla Belcastro di mettere in sicurezza l’acquedotto di Stramerca

La minoranza chiede alla Belcastro di mettere in sicurezza l’acquedotto di Stramerca

Riceviamo e pubblichiamo:

Spett.le
Comune di Caulonia

Alla cortese attenzione del
Presidente del Consiglio
Avv. Caterina Panetta

Al Sig. Sindaco del Comune di Caulonia
Avv. Caterina Belcastro

MOZIONE
Richiesta intervento urgente per messa in sicurezza acquedotto contrada Stramerca.

Premesso che:
– Non più di due anni fa, e con precisione nei primi mesi dell’anno 2014, veniva completato l’acquedotto che da contrada Stramerca del comune di Caulonia rifornisce di acqua potabile il serbatoio ubicato nella zona castello del Centro Storico.
– Sono stati realizzati all’incirca 11 chilometri di condotta. Gran parte di questa condotta, si trova ubicata lungo la strada Provinciale che collega il centro di Caulonia alle Frazione San Nicola e Crochi, altra parte si trova allocata lungo il viottolo c.d. Delle Rose e, 800 metri sono stati realizzati lungo il letto del fiume.
– All’epoca in cui fu realizzata la suddetta condotta, nella parte alta della fiumara Amusa, a ridosso del ponte di località Crochi, esisteva una briglia, realizzata in tempi assai lontani, la presenza della quale, non solo riusciva ad attenuare la forza e l’intensità delle acque del fiume, ma ha consentito la posa in opera della condotta preservandola da potenziali danni.
– L’evento alluvionale, che ha colpito e devastato parte del territorio comunale, verificatosi nell’inverno del 2014, ha completamente devastato la briglia esistente, determinando, così, un vistoso abbassamento del letto del fiume.
Considerato che
– gli organi preposti, ex Provincia ed attuale Città Metropolitana, pur essendoci i fondi, non intervengono per il ripristino della briglia distrutta, tant’è che ancora oggi la situazione risulta essere allo stesso stato in cui si trovava dopo il verificarsi dell’evento alluvionale.
– La mancanza di tale protezione mette a serio rischio gli 800 metri di condotta posati nel letto del fiume;
– Le prossime precipitazioni piovose qualora arrecassero danni agli 800 metri di condotta recherebbero enorme disagio ai cittadini del centro storico;

IMPEGNANO

Il Sig. Sindaco e la Giunta Comunale

ad intervenire tempestivamente con propri fondi o con la tempestiva richiesta di stanziamento di fondi alla Città Metropolitana o alla Regione Calabria, prima che arrivi l’inverno e le prime piogge, per mettere in sicurezza quella parte di acquedotto realizzata ai margini del fiume.

Cordialità

Gruppo di Minoranza
Francesco Cagliuso
Lorenzo Commisso
Antonella Ierace
Andrea Lancia