Incendio San Ferdinando: la vittima arrivata pochi giorni prima da Riace

Incendio San Ferdinando: la vittima arrivata pochi giorni prima da Riace

Notizia tratta da: corrieredellacalabria

Era giunta nella tendopoli di San Ferdinando solo da pochi giorni Becky Moses, la ventiseienne nigeriana morta la notte scorsa nell’incendio alla tendopoli di San Ferdinando. La donna era inserita in precedenza nei progetti Sprar attivati nel Comune di Riace guidato dal sindaco Domenico Lucano. Lucano è giunto a San Ferdinando con l’intenzione di fare seppellire la donna nel cimitero del suo paese. Il sindaco di Riace ha spiegato che Becky ha dovuto lasciare il paese diventato famoso per le politiche di accoglienza in quanto le era stato rifiutato l’asilo politico. La donna aveva presentato ricorso ma questa condizione non le consentiva comunque piu’ di poter entrare nel programma Sprar. A Riace Becky era giunta circa due anni fa e solo nei giorni scorsi era arrivata a San Ferdinando, tant’è che l’ultimo rinnovo del suo documento di riconoscimento fatto a Riace è del 21 dicembre scorso. «Non ci possono essere scadenze per gli esseri umani», ha detto visibilmente amareggiato il sindaco Lucano.