Lunedì l’amministrazione Belcastro proclamerà il dissesto del comune di Caulonia con l’aumento ai massimi di tutte le tariffe

Lunedì l’amministrazione Belcastro proclamerà il dissesto del comune di Caulonia con l’aumento ai massimi di tutte le tariffe

Era nell’aria da tempo e le opposizioni stavano facendo il possibile per evitarlo ma ormai è deciso: l’amministrazione di Caterina Belcastro proclamerà il dissesto finanziario del Comune di Caulonia.

E’ infatti stata notificata ai consiglieri comunali la convocazione del consiglio di lunedì 21 maggio, quando alle ore 18:00 si discuterà di un solo punto all’ordine del giorno: Dichiarazione del dissesto finanzario.

Insomma, la decisione è ormai presa.

Quali saranno le conseguenze del dissesto? Secondo il DLgs 267/2000 vengono sospesi i termini per la deliberazione del bilancio. Inoltre dalla data della dichiarazione di dissesto “non possono essere intraprese o proseguite azioni esecutive nei confronti dell’ente per i debiti che rientrano nella competenza dell’organo straordinario di liquidazione. Le procedure esecutive pendenti alla data della
dichiarazione di dissesto, nelle quali sono scaduti i termini per l’opposizione giudiziale da parte dell’ente, o la stessa benché proposta è stata rigettata, sono dichiarate estinte d’ufficio dal giudice con inserimento nella massa passiva dell’importo dovuto a titolo di capitale, accessori e spese”.

Il quinto comma dell’art. 248 recita: “Gli amministratori che la Corte dei Conti ha riconosciuto responsabili, anche in primo grado, di danni da loro prodotti, con dolo o colpa grave, nei cinque anni precedenti il verificarsi del dissesto finanziario, non possono ricoprire, per un periodo di cinque anni, incarichi di assessore, di revisore dei conti di enti locali e di rappresentante di enti locali presso altri enti, istituzioni ed organismi pubblici e privati, ove la Corte, valutate le circostanze e le cause che hanno determinato il dissesto, accerti che questo è diretta conseguenza delle azioni od omissioni per le quali l’amministratore è stato riconosciuto responsabile”.

Il comune di Caulonia in stato di dissesto non potrà contrarre mutui e dovrà aumentare le tariffe comunali ai massimi consentiti per un periodo di cinque anni. Si prepara quindi un salasso per i cauloniesi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.