Servizio di controllo del territorio tra Locri e Siderno: 3 denunce, 1 arresto e confiscati beni per 300 mila euro

Servizio di controllo del territorio tra Locri e Siderno: 3 denunce, 1 arresto e confiscati beni per 300 mila euro

Riceviamo e pubblichiamo

Servizio straordinario di controllo del territorio disposto dal Gruppo Carabinieri di Locri ed effettuati tramite le Compagnia di Locri, Bianco e Roccella Jonica.

In tale ambito:

i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Locri hanno denunciato:
C.P., 70enne di Benestare, per guida in stato di ebbrezza alcolica. L’uomo è stato sorpreso alla guida del proprio furgone con un tasso alcolemico oltre i limiti consentiti dalla legge;
F.A.R., 33enne, e S.A., 53enne, entrambi di Siderno, per furto di energia elettrica. Gli stessi avrebbero manomesso il contatore dell’energia elettrica delle proprie abitazioni al fine di eludere i reali consumi di corrente;
i Carabinieri della Stazione di Siderno hanno arrestato BARRANCA Domenico, 38enne del posto, destinatario di un ordine di esecuzione emesso dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria. L’uomo dovrà scontare una pena residua di 12 anni e 9 mesi di reclusione poiché riconosciuto colpevole di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti;
Infine i Carabinieri della Compagnia di Locri hanno dato esecuzione a un decreto di confisca beni emesso dal Tribunale di Reggio Calabria – Sezione M.P., nei confronti di G.L.S., 59enne pregiudicato di Locri. Le risultanze investigative rapportate dall’Arma hanno evidenziato la pericolosità sociale del soggetto, condannato in via definitiva per associazione di tipo mafioso, e la sproporzione emersa tra i redditi dichiarati e il suo tenore di vita, e conseguentemente l’Autorità Giudiziaria ha disposto la confisca di un immobile per un valore complessivo di oltre 300.000 euro.

Ufficio Stampa Comando Provinciale CC Reggio Calabria