Roccella Jonica, una mongolfiera al porto per l’evento dedicato al Mediterraneo “O mare mio!”

Roccella Jonica, una mongolfiera al porto per l’evento dedicato al Mediterraneo “O mare mio!”

Riceviamo e pubblichiamo

L’associazione di promozione sociale “Innovus” si appresta a mantenere l’impegno preso in occasione della sua presentazione: stilare un calendario di eventi che punti alla valorizzazione e alla riqualificazione del territorio.

La nostra area geografica presenta delle bellezze e delle risorse che dal punto di vista naturalistico comprendono quanto di meglio la nostra regione propone: lo splendore del mare, la salubrità dell’aria, i prodotti della nostra terra e l’importanza del nostro verde.

L’Associazione mira ad esaltare le ricchezze naturali e professionali attraverso una serie di iniziative che tratteranno singole peculiarità, ricavando spazi e momenti dedicati per ognuna di esse.

A tal proposito, ogni evento in programma avrà un tema specifico che può essere ricondotto a uno dei quattro elementi naturali: aria, acqua, terra e fuoco.

Come ogni elemento non può esistere senza l’altro, avendo la capacità di mutarsi l’uno nell’altro, così gli eventi sono strettamente legati tra di loro da un filo conduttore che è l’amore, l’orgoglio e il rispetto per il proprio territorio nel suo complesso.

Ciò che ne risulterà, sarà una visione d’insieme del nostro territorio e delle nostre risorse da una prospettiva unica che ha come fine ultimo la promozione sociale e il coinvolgimento degli enti, degli operatori dello sviluppo, del turismo e dell’imprenditoria esistenti; tutti parte attiva e integrante della nostra realtà territoriale.

Ci apprestiamo a sviluppare iniziative a tutela dell’ambiente, di esaltazione delle nostre risorse, ma anche momenti di svago, di spettacolo e di divertimento.

TITOLO DEL PROGETTO “O MARE MIO”

SETTORE ED AREA D’INTERVENTO – Porto delle Grazie S.r.l. Roccella jonica – Comune di Roccella Jonica – Ufficio Demanio – Capitaneria di Porto Roccella Jonica – Università “Mediterranea” dipartimento DICEAM Reggio Calabria – Volontari Protezione Civile

OBIETTIVI  Tutelare e promuovere il patrimonio marittimo del comprensorio da un punto di vista ambientale e turistico;  Diffondere nella popolazione una cultura basata sul rispetto per la natura e per l’ambiente, evidenziando il pericolo di inquinamento e alterazione degli ecosistemi;  Promuovere l’importanza del mare e la sua integrità, affinché i cittadini siano educati al rispetto e alla corretta fruizione del patrimonio marittimo;  Valorizzare le risorse messe a disposizione dalle istituzioni di settore, attraverso una costante concertazione, per la buona riuscita dell’evento e la concretizzazione degli obiettivi prefissati

La presenza del Mar Mediterraneo influisce in modo significativo sulle caratteristiche climatiche, vegetative e micro ambientali del territorio.
È un mare relativamente piccolo; ha una superfice di 2 milioni e mezzo di chilometri quadrati, e misura 4.000 chilometri dalle coste del Vicino Oriente fino allo Stretto di Gibilterra.
È anche un mare “chiuso”: il ricambio completo dell’acqua avviene all’incirca in 90 anni.
È un mare invaso da spazzatura: la plastica è la causa di gran parte dei problemi per la fauna e la flora marina.
Tuttavia il Mediterraneo è molto frequentato: più del 30% del traffico merci e turistico mondiale passa per questo mare.
Sulla base di questi dati è facile dedurre le inevitabili conseguenze negative sull’attuale stato di salute delle nostre acque, e di conseguenza delle specie animali e vegetali che le abitano.
Infatti, solo il 4,56% di tutto il Mediterraneo è occupato da aree marine protette, e di esse solo lo 0,1% comprende zone protette integralmente nelle quali la pesca è proibita.
A tutto ciò si aggiunge il fenomeno che invade le cronache degli ultimi anni e che è diventato un problema socio-economico da un lato ed ambientale dall’altro: il flusso migratorio che invade le acque del Mediterraneo.
Si immagini il grande impatto che l’immigrazione ha involontariamente causato sulle acque del nostro Mare.

La preoccupazione che scaturisce dai dati sopraccitati si riversa inevitabilmente non solo sulle condizioni ambientali con cui entriamo in contatto, ma anche sullo stato di salute dell’essere umano, il quale si ciba di pesci certamente contaminati, anche se ad oggi non si conosce ancora con certezza la portata di tale inquinamento.
È indubbio che sia necessario agire in modo concreto e repentino per sensibilizzare l’opinione pubblica su tematiche così importanti e far sì che si coinvolgano tutte le forze necessarie per tutelare il nostro patrimonio marittimo

IL PROGETTO
Lo scopo dell’APS Innovus è quello di programmare e realizzare iniziative e progetti di promozione territoriale, turistica, paesaggistica, ambientale, culturale, immobiliare, informativa e di divulgazione, di ricerca e di aggiornamento, al fine di elevare la coscienza e la crescita personale e della collettività, attraverso la conoscenza del territorio e di tutto ciò che lo caratterizza.
Per tali ragioni l’associazione si impegna a promuovere progetti ed organizzare eventi che abbiano un impatto non solo socio-economico, ma anche e soprattutto culturale.
Queste sono le basi che ispirano l’evento “’O mare mio”.
Un evento che Innovus intende realizzare in collaborazione con tutti i soggetti il cui ruolo risulta strategico per mettere in atto una serie di attività e di campagne per la prevenzione dell’inquinamento e della salvaguardia ambientale e, nello specifico, quello marittimo.

L’evento è in programma nei giorni 6 e 7 Luglio 2018, a Roccella Jonica.
La scelta di queste date è stata ispirata da un evento di portata internazionale che si terrà nel giorno 8 Luglio: LA GIORNATA MONDIALE DEL MAR MEDITERRANEO.
La consapevolezza della necessità di occuparsi dell’ambiente e dei nostri mari ha fatto sì che quattro anni fa si celebrasse la prima di queste giornate.
Innovus tiene particolarmente ad affiancarsi ad iniziative di portata internazionale al fine di dare credibilità e concretezza agli obiettivi per cui è sorta, affinché si dimostri che le mete raggiunte in squadra lascino un segno tangibile e diano una vera svolta alle realtà territoriali.
Su queste basi si fonda il principio dell’Associazione, secondo la quale è opportuno che su certe tematiche siano coinvolti tutti coloro i quali possano apportare un contributo utile, compresa l’intera popolazione che ha bisogno di essere informata, educata e sensibilizzata rispetto alla cosa più preziosa che abbiamo: la natura.

L’idea, ancora in fase di programmazione, è quella di vivere due giorni a contatto con il mare insieme a cittadini e istituzioni. Il 6 e il 7 Luglio 2018 si prevede di riunirsi nella via mare di Roccella Jonica, tra il Lungomare ed il Porto delle Grazie, dove si svolgeranno una serie di attività e si potrà godere di spettacoli attrattivi. Il programma è così strutturato: • 6 LUGLIO (MATTINA): ci si ritroverà sul Lungomare, dove la Capitaneria di Porto di Roccella Jonica eseguirà una dimostrazione operativa di salvataggio in mare fornite dagli stessi operatori. Questo consentirà a coloro i quali parteciperanno di fare tesoro di nozioni fondamentali per fronteggiare situazioni di pericolo in mare, e, nel contempo, acquisire fiducia nei confronti di chi opera giornalmente per la sicurezza dei cittadini;

• 6 LUGLIO (POMERIGGIO – SERA): negli spazi messi a disposizione dal Porto delle Grazie si terrà una attrattiva molto particolare: una mongolfiera. In una zona del Porto si potrà ammirare all’esposizione di una mongolfiera in modalità statica, messa a disposizione da “Mongolfiera Eterea – Gera srl”. Idea che vuole essere da monito ad una nuova visione del nostro sistema marittimo. Da ricerche effettuate sembra che in nessun porto d’Italia ci sia mai stata una mongolfiera, per cui un evento di questo tipo sarebbe realizzabile come “Prima volta in Italia”. I partecipanti potranno usufruire di questa attrattiva e quindi provare l’ebrezza di sollevarsi delicatamente dal suolo di circa 20 metri, osservando una prospettiva diversa e del tutto unica, naturalmente sotto la supervisione di figure specializzate. A fare da cornice a tutto ciò sono previsti, in un’altra area del Porto, degli stand dimostrativi attinenti ad attività o eccellenze locali, ai quali i visitatori vi si potranno approcciare per recepire informazioni e/o acquistare i prodotti territoriali d’eccellenza.

• 7 LUGLIO (MATTINA): nella suggestiva location del Castello dei Carafa di Roccella Jonica si terrà un meeting, durante il quale una serie di personalità coinvolte nelle questioni legate al mare discuteranno dell’attuale situazione del Mediterraneo. Si prevede l’intervento di alcuni personaggi istituzionali (civili e militari) e/o di personaggi di particolare influenza in ambito marittimo (docenti, esperti, professionsti ecc…) e di ogni altro soggetto coinvolto nella tutela del nostro patrimonio ambientale. A fine meeting lo staff di Innovus consegnerà una “targa alla memoria” ai familiari del Sen. Sisinio Zito quale precursore dell’idea del Porto come volano di sviluppo del territorio

• 7 LUGLIO (POMERIGGIO – SERA): L’ultimo appuntamento sarà dedicato nuovamente all’esposizione della mongolfiera nel Porto e agli stand delle eccellenze locali che promuovendo la propria attività, apporteranno un contributo importante alla mission che l’APS Innovus si prefigge di portare avanti

Affinchè l’evento si realizzi in piena sicurezza, l’Associazione Innovus prevede la messa in
atto di un tavolo tecnico per la corretta progettazione e realizzazione dell’evento, nonché
opportuni sopralluoghi sull’area individuata da svolgere congiuntamente agli Enti
interessati, così da valutare e stimare la fattibilità delle operazioni previste e le relative
misure di sicurezza da intraprendere.

Divulgazione dell’evento Le iniziative di Innovus non devono passare inosservate. Consapevoli del fatto che oggi più che mai la pubblicità rappresenta l’unico vero canale di divulgazione delle informazioni, ma anche un valido strumento di popolarità, l’evento sarà promosso attraverso tutti i canali tecnologici di cui l’Associazione dispone:

Sito internet;

• Media Partner – emittente televisiva Telemia;

• Social network.

Conclusioni Sulla base di quanto sopra riportato, l’Associazione Innovus aspira a creare un evento che abbia una portata extra-locale, riuscendo a coinvolgere più operatori, enti, ed istituzioni non solo locali; un evento che tratti in modo serio le tematiche dell’inquinamento marittimo e dei flussi migratori sul Mediterraneo, che stanno diventando un problema sempre più esteso e sottovalutato. La creazione e realizzazione di una manifestazione di alto livello, si spera, trovi l’interesse e la collaborazione di più soggetti istituzionali, al fine di coinvolgere l’opinione pubblica ed al contempo rilanciare le bellezze che la nostra terra offre!

Il Presidente di Innovus Aps
Ing. Nicola Raschellà