“Roma dice basta”, in migliaia scendono in piazza contro il degrado a 5 stelle e la Raggi

“Roma dice basta”, in migliaia scendono in piazza contro il degrado a 5 stelle e la Raggi

Notizia tratta da: lastampa

«Roma dice basta». In migliaia sono scesi in piazza del Campidoglio per manifestare per la «Dignità di Roma» e per protestare contro la «grande monnezza», le buche, «l’abbandono della città» oltre che chiedere le dimissioni della prima cittadina della Capitale. Una protesta pacifica con tanti cori e cartelli ironici: da «Raggi, una buca vi inghiottirà» a «Roma (pulita) o morte» e ancora «Il vento è cambiato e sa di monnezza».

Quello di questa mattina è un ennesimo test per la sindaca Raggi a chiusura di una delle settimane più drammatiche forse del suo mandato iniziato 28 mesi fa. «Vattene, incapace, a casa», sono gli slogan diretti alla prima cittadina, scanditi dai partecipanti al sit-in organizzato e lanciato tramite i social network, da sei donne: Emma Amiconi, Tatiana Campioni, Francesca Barzini, Valeria Grilli, Roberta Bernabei e Martina Cardelli. Si tratta di un gruppo civico «formato da sei donne romane, ognuna con il suo lavoro e con la propria famiglia» che promuove «l’idea della partecipazione civica come elemento di pressione nei confronti delle istituzioni per migliorare la città».

«Vogliamo che Roma torni a essere una Capitale: inclusiva, vivibile, accogliente, con un’idea di futuro», spiega il comitato promotore del sit-in #Romadicebasta. «La piazza era strapiena, anche le scalinate. C’è stato poi un grande ricambio e stimiamo siano passate almeno 10 mila persone. Ci rivedremo sicuramente, non in un sit-in ma in un luogo al chiuso, dove ragionare, continuare a lavorare per la città facendo emergere il valore civico di tante esperienze e di tante persone» ha commentato Emma Amiconi, una delle sei organizzatrici del sit-it. Hanno protestato anche i commercianti, come quelli di via Emanuele Filiberto: «il negoziante deve vivere ogni giorno, non si deve ignorare, vessare, emarginare». Richiesti anche «mezzi di trasporto adeguati».

I cori si sono alternati alla musica sulle note di «Ricominciamo». Alla manifestazione, che non è di partito, hanno partecipato anche alcuni esponenti dem come la presidente del I municipio Sabrina Alfonsi che ha spiegato: «La sindaca deve dimettersi non per reati ma per incapacità manifesta».

La protesta «Tutti per Roma, Roma per tutti» su Facebook ha superato quota 20 mila iscritti. È stato anche creato l’hashtag #romadicebasta.