Officina delle Idee: “Noi cittadini continueremo a pagare”

Officina delle Idee: “Noi cittadini continueremo a pagare”

Riceviamo e pubblichiamo

Siamo destinati a subire queste sciagurate scelte ordinate da una amministrazione disfattista ed incurante del bene del nostro paese ed ancor meno dei diritti e dei bisogni di noi cittadini.
Avevamo in precedenza segnalato criticità sulle modalità gestionali ed amministrative relative ai lavori di riefficientamento di alcune località del nostro territorio.
Sono necessarie però alcune riflessioni in merito alla sistemazione della strada comunale Campoli Cerasara.
È da premettere che:

– Avevamo rilevato i perché della lentezza nelle procedure, della tardiva stipula dei contratti, ed il ricorso ad anticipazioni di cassa da parte dell’Ente con un aggravio delle spese per lo stesso, ma non abbiamo avuto alcuna risposta;

– I lavori di “Sistemazione della strada di Campoli Cerasara” sono stati aggiudicati in via definitiva con Det. N° 86 del 10/04/2018;

– L’art. 35 comma 18 del D.Lgs 50/2016 recita: “Sul valore del contratto di appalto viene calcolato l’importo dell’anticipazione del prezzo pari al 20% da corrispondere all’appaltatore entro quindici giorni dall’effettivo inizio dei lavori…”
Quindi ci rivolgiamo nuovamente a questa amministrazione ed in particolar modo al nostro Sindaco-Assessore:
1. Perché per l’ennesima volta il Comune di Caulonia con Delibera di G.M. n° 213 del 05 Nov. 2018 senza firma del parere contabile autorizza una anticipazione di cassa con fondi di bilancio per il pagamento del 20% dell’importo contrattuale, aggiudicato in via definitiva ad aprile 2018?
2. Il contratto è stato stipulato?
3. Se si perché la richiesta di anticipazione del 20% non è stata inoltrata, a suo tempo, alla cassa depositi e prestiti che ha approvato il contratto di mutuo (Posizione 6031601)?
4. Perché i cittadini dovranno pagare questa gestione amministrativa non oculata ed un aggravio di spese sulla anticipazione di liquidità richiesta dall’Ente?
Questi i misteri che ombreggiano sulla gestione amministrativa dei lavori pubblici. Come cittadini e come minoranza chiediamo un cambio di rotta.
Con il tempo, forse, si capirà che il dissesto economico finanziario non è una opportunità.

Movimento Officina delle Idee