Controlli nella Locride: un arresto, una denuncia, rinvenuto un fucile e munizioni

Riceviamo e pubblichiamo

In questo fine settimana, numerose pattuglie di Carabinieri sono state impegnate in un’operazione di controllo dell’intera locride nel corso della quale sono state effettuate pattuglie, perlustrazioni e rastrellamenti nelle aree più impervie dell’entroterra pre-aspromontano, controlli alla circolazione stradale, perquisizioni personali e domiciliari. In tale ambito:

  • i Carabinieri della Stazione di San Luca hanno arrestato CARA Andrea, 24enne del posto, in esecuzione di un’ordinanza emessa dal GIP del Tribunale di Locri. Il provvedimento restrittivo è scaturito a seguito dalla violazione dell’obbligo di dimora imposto nei suoi confronti;

  • i Carabinieri della Stazione di Antonimina hanno denunciato R.G., 53enne del posto, per furto di acqua. Nel corso di un controllo i militari hanno accertato la manomissione dell’impianto idrico dell’abitazione al fine di eludere i reali consumi di acqua

Infine, assieme ai colleghi dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria:

  • nel corso di un rastrellamento in contrada Razzelle, i Carabinieri di Sant’Ilario dello Jonio, hanno rivenuto un fucile sovrapposto cal. 12 con matricola abrasa ed alcune munizioni. L’arma era stata nascosta all’interno di un tubo in plastica occultato tra la fitta vegetazione

Ufficio Stampa Comando Provinciale CC Reggio Calabria

Ciavula

GRATIS
VIEW