Galimi si scaglia contro l’Amministrazione Conia: “Il dialogo presuppone rispetto”

Galimi si scaglia contro l’Amministrazione Conia: “Il dialogo presuppone rispetto”

Riceviamo e pubblichiamo

Dalla situazione di polemiche e di rapporti politici e personali “tesi”, si deve uscire con la consapevolezza di elevare il dibattito e ripristinando il pieno rispetto per il dissenso e per tutti i gruppi consiliari. A pochi giorni dall’ultimo consiglio comunale, al quale abbiamo partecipato, proprio per fare questo appello, abbiamo la sensazione che tutto sia rimasto insoluto, alle parole non sono seguiti i fatti. Queste le riflessioni di Michele Galimi, capo gruppo PD in seno al civico consesso cinquefrondese, dopo il dibattito che aveva caratterizzato quella seduta.

A niente sono serviti i propositi di distensione, continua Galimi, Se poche ore dopo sui social si leggono parole dure, che tutto fanno presagire, meno un dialogo sereno.

Non ci presteremo alla criminalizzazione di nessuno e ribadiamo che appare marginale e superato il tentativo da parte del Sindaco, di ringraziare questo o quel gruppo, a seconda dei propri disegni ed interessi politici. I guasti seguiti alle dimissioni farsa sono sotto gli occhi di tutti e la “distensione” non potrà mai avvenire con dichiarazioni che suonano più di guerra che di pace. Spetta ad altri comprendere che appaiono inutili e superflue le analogie con il passato serve, invece, riflettere sull’oggi e sul rispetto di valutazioni e dissenso politico e non personale.

Per evitare qualsiasi illusione o scorciatoia di comodo, ribadiamo che la nostra è una sezione viva, dinamica, unita. Le ragioni che ci impediscono di partecipare alle sedute del consiglio comunale, restano tutte, ed il post del Sindaco dopo il consiglio in questione, c’è ne da piena conferma.

Michele Galimi Segretario Circolo PD Cinquefrondi e Capogruppo Consiliare