Primaria Caulonia, 5B: “Ogni bambino dovrebbe andare ad Auschwitz per conoscere la crudeltà dell’uomo”

Primaria Caulonia, 5B: “Ogni bambino dovrebbe andare ad Auschwitz per conoscere la crudeltà dell’uomo”

Il Giorno della Memoria ricorda le vittime della guerre fasciste nei campi di concentramento che si trovavano in tutta Europa. Il più grande campo si trovava ad Auschwitz dove con le leggi razziali furono deportati e uccisi milioni di persone: ebrei, zingari, malati….

Arrivati lì venivano divisi i maschi dalle femmine, la mamme dai figli e gli anziani che venivano uccisi subito nelle camere a gas. Non li chiamavano per nome ma per numero che gli veniva tatuato sul braccio.

Non è facile descrivere le atrocità che abbiamo visto attraverso i documentari. Le conversazioni in classe, le canzoni che stiamo ascoltando e cantando ci fanno riflettere e commuovere. La maestra ci ha fatto scrivere la poesia di Primo Levi “Se questo è un uomo”. Questa poesia ci fa pensare molto, ci chiede di ricordare perché quelle atrocità non succedano mai più. Anche il nostro Presidente Sergio Mattarella durante un convegno ha detto che è molto importante conoscere la violenza subita dal popolo ebraico.

Per noi della classe 5B, ogni scuola e ogni bambino dovrebbe andare obbligatoriamente ad Auschwitz per capire veramente dove può arrivare la cattiveria e la crudeltà dell’uomo.

Istituto Comprensivo “G. Falcone- P. Borsellino” di Caulonia.

Plesso di Caulonia.

Classe 5B.

Gli alunni:

Aurora Maria Strati,

Danilo Simonetta,

Domenico Campisi,

Giulia Niutta,

Alessia Florido,

Antonio Vallelunga.