In gravi condizioni la donna bruciata dall’ex marito stamani a Reggio Calabria. Trasportata d’urgenza al Policlinico di Bari

In gravi condizioni la donna bruciata dall’ex marito stamani a Reggio Calabria. Trasportata d’urgenza al Policlinico di Bari

Notizia tratta da: strettoweb

Un velivolo Falcon 50 del 31° Stormo dell’Aeronautica Militare è decollato da pochi minuti dall’aeroporto di Lamezia Terme (CZ) per trasportare d’urgenza presso l’aeroporto di Bari la donna che stamattina è stata bruciata dall’ex marito a Reggio Calabria, in via Frangipane.

La donna, con ustioni su tutto il corpo, è in gravi condizioni mentre a Reggio Calabria gli Agenti della Polizia continuano da ore a dare la caccia al 42enne napoletano che ha compiuto la vile e criminale aggressione. 

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, la donna, accortasi della presenza del marito, avrebbe provato a fuggire con una manovra repentina, ma sarebbe stata speronata e bloccata dal marito. A quel punto, l’uomo sarebbe sceso dall’auto e avrebbe gettato il liquido infiammabile addosso alla malcapitata, dandole fuoco.

Il velivolo, uno degli assetti della Forza Armata sempre pronti al decollo ed operante sul territorio nazionale anche per questo genere di trasporti, si è alzato in volo dall’aeroporto di Ciampino – sede del 31° Stormo – per raggiungere l’aeroporto calabrese al fine di  prelevare nel più breve tempo possibile la donna. Una volta imbarcata la paziente, il velivolo ha fatto rotta verso l’aeroporto di Bari da dove la donna sarà trasferita in ambulanza presso il Policlinico del capoluogo pugliese.

Il volo sanitario è stato attivato, su richiesta della Prefettura di Reggio Calabria, dalla Sala Situazioni di Vertice del Comando della Squadra Aerea, la sala operativa dell’Aeronautica Militare che si occupa, tra l’altro, del coordinamento di questo genere di attività a favore della popolazione civile su tutto il territorio nazionale.

Attraverso i suoi Reparti di Volo, l’Aeronautica Militare mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare in qualunque momento e in grado di operare anche in condizioni meteorologiche marginali per assicurare il trasporto urgente non solo di persone in gravissime condizioni, come accaduto oggi, ma anche di organi ed equipe mediche per trapianti. Sono centinaia ogni anno le ore di volo effettuate per questo genere di interventi dagli aerei del 31° Stormo di Ciampino, del 14° Stormo di Pratica di Mare e della 46ª Brigata Aerea di Pisa. Per alcune esigenze particolari sono anche impiegati gli elicotteri del 15° Stormo di Cervia e dei Centri Combat SAR (Search and Rescue) dipendenti.


Ilaria Calabrò