Mammola: porto d’arma clandestina e ricettazione, giovane finisce in manette

Mammola: porto d’arma clandestina e ricettazione, giovane finisce in manette

Riceviamo e pubblichiamo

Nell’ultimo fine settimana i Carabinieri hanno eseguito controlli a tappeto in tutta la giurisdizione, con perquisizione domiciliari, personali e veicolari, posti controllo e rastrellamenti nelle aree aspromontane.

In tale ambito i Carabinieri della Stazione di Mammola hanno arrestato CIMINO Antonio, 28enne del posto, destinatario di un ordine di esecuzione pena in regime di detenzione domiciliare emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Locri.

L’uomo dovrà scontare una condanna a oltre 2 anni e 4 mesi di reclusione per danneggiamento aggravato, porto di arma clandestina a ricettazione. Reato commesso nel mese di febbraio 2018

Ufficio Stampa Comando Provinciale CC Reggio Calabria

Rispondi