I calabresi contestano Salvini e insegnano la dignità all’Italia intera

I calabresi contestano Salvini e insegnano la dignità all’Italia intera

Ieri il Capitano, come lo chiamano i suoi adoranti sudditi, è venuto in Calabria a fare campagna elettorale. Alcuni calabresi avevano gli occhi a cuoricino per il caro Matteo, ma altri calabresi che non hanno smarrito la ragione e la memoria e che non hanno dimenticato anni di insulti ai “terroni” lo hanno contestato duramente. “Vai a lavorare”, uno degli slogan dei manifestanti che sono stati caricati incomprensibilmente dalla Polizia.

In una Italia e in un mezzogiorno d’Italia che sembra avere perso la testa, i pragmatici e coerenti calabresi hanno insegnato a tutti cos’è la dignità, ci hanno fatto vedere che i potenti si possono contestare e che è sbagliato idolatrare chi vuole distruggere il Sud.

Grazie ai calabresi che ieri hanno fatto sentire alta la voce della Calabria sana e bella per la quale sono orgoglioso di essere calabrese.

Rispondi

Ciavula

GRATIS
VIEW