“Percorsi d’emozioni al Castello”, buona la “terza”. Una serata da protagonista per il centro storico di Gioiosa Ionica

“Percorsi d’emozioni al Castello”, buona la “terza”. Una serata da protagonista per il centro storico di Gioiosa Ionica

Il Castello di Gioiosa Ionica immerso in un borgo suggestivo, i prodotti locali e la musica dal vivo hanno reso la Terza Edizione di “Percorsi d’emozioni al Castello” una riconferma. La manifestazione ha avuto luogo martedì 20 agosto, nel corso della ricca e suggestiva settimana dedicata ai festeggiamenti per San Rocco, santo patrono della cittadina. “Percorsi d’emozioni al Castello” è stata pensata come strumento per una promozione autentica di ciò che di buono produce la Calabria, dalla birra ai vini, dal pane al formaggio, ai salumi e in generale ai prodotti tipici provenienti da agricoltura biologica, dai Presidi Slow Food e nello specifico dalle cooperative che coltivano i terreni confiscati alle mafie, con particolare riferimento al progetto “Libera Terra”. L’iniziativa, di cui è partner Slow Food – Condotta Locride, e da quest’anno anche “Apostrofi a Sud”, blog collettivo a cura di Maria Teresa D’Agostino, nato dalla voglia di far conoscere tutto il bello nei vari settori che il mezzogiorno del mondo riesce a fare, è promossa dall’Associazione Don Milani, con il patrocino del Comune. I produttori che hanno garantito anche quest’anno la propria presenza si sono fatti conoscere e hanno avuto riconfermata la bontà dei propri prodotti da quanti già hanno contezza della loro professionalità. La Terza edizione, in collaborazione con “Do di Malto”, ha ospitato la performance/laboratorio ‘A Tavula: un’iniziativa che ha riscosso il successo sperato e per mezzo della quale i partecipanti, insieme a Giulia Secreti, hanno realizzato ‘a pasta i casa, cucinata, condita e degustata in abbinamento ad una birra artigianale scelta da Giuseppe Salvatore Grosso Ciponte.

Cuore del percorso sono stati la postazione Libera Terra e quella del Don Milani. La prima pensata ed organizzata da Slow Food – Condotta Locride con la collaborazione di Daniel D’Alù di Bark beer & bbq e la seconda più indirizzata alla tradizione culinaria locridea capitanata dallo chef Gigi. Tutti i piatti assaggiati sono stati pensati assemblando materie prime provenienti da terre confiscate alla mafia, come lo sono anche i posti dove sono stati cucinati. La musica di Emanuela Cricelli, Vincenzo Oppedisano e Peppe Platani hanno fatto il resto. Perché “Percorsi d’emozioni al Castellooltre ad essere un percorso storico ed enogastronomico è anche un itinerario culturale e sociale.