Scarcerato Muto perchè non sarebbe un boss: Morra e Bonafede cosa dicono?

Scarcerato Muto perchè non sarebbe un boss: Morra e Bonafede cosa dicono?

“Oggi con uno scoop la Gazzetta del Sud annuncia che Franco Muto di Cetraro, è stato scarcerato. Con la motivazione, scrivono i colleghi del quotidiano di Messina, che non sarebbe più un boss e le sue condanne sarebbero minori, quindi può tornare a casa! “Tutto assurdo, inconcepibile e senza alcun senso!  Cosa hanno da dire in proposito Nicola Morra e Alfonso Bonafede? Che messaggio può arrivare della giustizia italiana dopo simili provvedimenti? Probabilmente c’è anche una carenza normativa che aiuta i mafiosi, e sulla quale la politica deve intervenire.  Comunque è un giorno buio per la giustizia! Simili notizie rendono vane le battaglie coraggiose di persone come Nicola Gratteri perché minano, indelebilmente, la fiducia nelle istituzioni e nelle Stato.” Lo dichiara Klaus Davi imprenditore della comunicazione, giornalista e consigliere comunale di San Luca. “Per la Calabria non c’è speranza perché il primo è lo Stato con la sua passività  a non aiutare la lotta contro la ‘Ndrangheta  e ostacola il lavoro dei magistrati, dei giornalisti e l’impegno delle tante persone per bene.”