Si oppone al controllo dei carabinieri insultandoli pesantemente: dai domiciliari passa al carcere

Si oppone al controllo dei carabinieri insultandoli pesantemente: dai domiciliari passa al carcere

Nella tarda serata di sabato scorso i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Manfredonia, su disposizione del Magistrato di Sorveglianza di Foggia, hanno tratto in arresto CROCE Leonardo, 56enne di Zapponeta, che è stato così tradotto ed associato al carcere del capoluogo.

In precedenza gli stessi Carabinieri avevano puntualmente segnalato al Magistrato di Sorveglianza le svariate violazioni che il CROCE, sottoposto agli arresti domiciliari nella sua casa di Zapponeta, aveva commesso, arrivando una volta anche ad opporsi al controllo, con pesanti insulti rivolti ai militari che lo stavano doverosamente effettuando.  

Il CROCE era stato arrestato nel 2016, proprio dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, insieme ad altre persone al termine di un’articolata attività investigativa riguardante la ricettazione ed il riciclaggio di auto rubate.

A causa della sua insofferenza ai controlli dei Carabinieri, pertanto, il CROCE è passato dagli arresti domiciliari al carcere.

Ufficio Stampa Comando Provinciale CC Foggia