Befana insieme all’UNITALSI: a lavoro per l’edizione 2020

Befana insieme all’UNITALSI: a lavoro per l’edizione 2020

Sono tante le manifestazioni natalizie che in questi giorni si avvicenderanno, una dopo l’altra, nel nostro territorio. Tra gli eventi più attesi, vi è indubbiamente quello di chiusura delle festività che, anche quest’anno, fa capo all’UNITALSI. E’ in arrivo una nuova giornata dedicata all’Epifania e al magico volo della Befana sui bambini che, ormai da anni, aspettano con ansia di sapere in quale comune avverrà l’evento.

Luogo della manifestazione per questa Epifania 2020 sarà Mammola, dove giorno 6 gennaio l’arrivo della Befana coronerà una mattinata ricca di sorprese momenti di condivisione: alle ore 10.00 si terrà la Santa Messa comunitaria presso la palestra della scuola elementare; alle ore 11.00 la Befana raggiungerà in volo Largo Magenta per poi scendere tra i presenti e donare ai bambini ogni sorta di sorpresa e leccornia.

A seguire Pompieropoli in collaborazione con i vigili del fuoco di Reggio Calabria e Siderno. L’iniziativa, che da anni rappresenta il capolinea degli spettacoli natalizi in seno all’UNITALSI, rappresenta un momento per far conoscere a bambini e ragazzi le attività svolte dai Vigili del Fuoco all’interno di un percorso ludico basato sulla scoperta e l’esperienza. Ma non solo: Pompieropoli è anche un momento per fare inclusione, rendendo protagonisti i ragazzi con disabilità che, sperimentando le attività dei vigili del fuoco per un giorno, potranno condividere insieme agli altri momenti di sano apprendimento, giungendo alla consapevolezza che se le barriere esistono l’unica chiave per superarle è fare delle diversità una risorsa.

Tante, inoltre, le novità e sorprese di questa edizione della Befana 2020 che in questi giorni sta mettendo a lavoro l’Unitalsi di Locri insieme alla Parrocchia di San Nicola di Bari, la Pro loco, l’Associazione Vigili del Fuoco di Reggio Calabria e le Associazioni di Mammola coadiuvate dall’Amministrazione Comunale. Tantissime le idee in cantiere che, già da giorni, sono state sperimentate presso il Comune per rendere la mattinata unica insieme ai numerosissimi volontari che, con grande operosità, si impegnano in nome della promozione sociale e della condivisione. Quest’anno, dunque, la Befana volerà da sola o in compagnia? Nel frattempo che i lavori continuano instancabili, non ci resta che attendere numerosi il 6 gennaio 2020.