I giovani e la Locride: l’idea di crescita di tre giovani imprenditori

I giovani e la Locride: l’idea di crescita di tre giovani imprenditori

Appartiene a qualche mese fa il report pubblicato da Unioncamere sulla capacità imprenditoriale dei giovani in Calabria. Uno studio drammatico per i numeri in negativo riportati, ma alquanto realistico, che attesta come oltre un quinto degli imprenditori calabresi “under 35” preferisca scappare dalla propria terra d’origine per creare impresa altrove. Lo scenario tracciato, risultato di un’indagine che ricopre gli anni dal 2011 al 2018, vuole la Calabria nel podio delle regioni italiane per cui sviluppo e radicamento dei giovani sembra quasi impossibile, collocandola al secondo posto dopo il Molise e prima della Basilicata.

Non diciamo assolutamente nulla di nuovo ai nostri lettori, indubbiamente, anche se con questa premessa oggi Ciavula vuole raccontare l’altra faccia della medaglia, quella dei giovani che restano. Non si tratta di eroi né di incoscienti anzi –volendo essere chiari- per questi ultimi vale la stessa ambizione, lo stesso calcolo del rischio e la stessa paura di chi sceglie la partenza come alternativa di crescita. In un’epoca economicamente difficile come quella che stiamo vivendo, soprattutto per il Meridione, parliamo di tre giovani imprenditori della locride, Matteo Martello, Giuseppe Ieraci e Giovanni Rinaldis, che hanno scelto di restare abbracciando un concetto di impresa fondato sulla condivisione del rischio e sulla cooperazione.

Da questa idea è nato Iesbox.com, un progetto aziendale con l’obiettivo di offrire servizi postali in modo più semplice e immediato, costruendosi intorno a due punti fisici, oggi collocati a Marina di Gioiosa Ionica e Siderno, e una piattaforma online interamente studiata per far fronte alle esigenze del presente, dotata di un linguaggio dinamico ed estremamente intuitivo. Difatti, il progetto –ci raccontano i giovani impenditori- parte da alcune consapevolezze: far fronte alle nuove esigenze del presente, risultanti da una realtà i cui servizi di spedizione vedono un incremento vertiginoso grazie alla nascita degli e-commerce e in cui i tradizionali servizi delle poste private risultano materialmente sostituiti dalla messa in opera dei sistemi informatici; realizzare una società di consulenza aziendale basata sulla logistica delle spedizioni che ha come punto di riferimento delle aziende fisiche, ad oggi estremamente competitive e attive sul territorio.

Iesbox.com è, dunque, un’azienda giovane e nuova in tutti i sensi. È nuova perché offre un pacchetto chiavi in mano in grado di fornire mobili e attrezzature, insegne, gestione della promozione commerciale e consulenze fiscali. Iesbox è giovane e nuova perché, servendosi della collaborazione dei diversi partnership, offre una piattaforma propria per le spedizioni. Come alternativa –proseguono- abbiamo scelto, forse, la sfida più difficile, quella di costruire qualcosa dando voce al proprio territorio che, per quanto vittima della sfiducia e dell’abbandono, necessita di crescere, di svecchiarsi, di aprirsi alle novità. Le difficoltà che un giovane imprenditore calabrese incontra quotidianamente sono numerosissime, ma altrettanto numerose sono le soddisfazioni che emergono quando si riesce a trasmettere ad altrettanti giovani il desiderio di rimanere e di approfondire le proprie conoscenze. Così facendo, si vanno a creare le condizioni adatte alla crescita in un territorio che, per quanto difficile, può consentire il proprio radicamento in termini lavorativi e imprenditoriali.