In ricordo di Louis, barbiere di Caulonia

In ricordo di Louis, barbiere di Caulonia

Ho conosciuto Luigi Basile, per tutti “Louis”, diversi anni fa nel salone del figlio Nicola, andando a tagliare i capelli. Aveva il viso segnato dal tempo ma gli occhi buoni e pieni di vita. Trovavo che quel nome, Louis, così originale e francesizzante, si addicesse perfettamente a quei modi raffinati ed estrosi che facevano di lui un personaggio capace di restare impresso nella mente.

Per questa ragione non sono sorpreso di aver ascoltato, nei giorni successivi alla sua scomparsa, il racconto di molti aneddoti che lo riguardano e lo descrivono, attraverso le parole delle tante persone che lo ricordano con affetto.

Louis da giovane faceva il parrucchiere e, con la sua creatività, ha regalato alla Caulonia del tempo una ventata di eleganza e di modernità.

Inoltre, non si è mai sottratto a un concreto impegno di carattere sociale e politico, in un’epoca in cui battersi per le proprie idee contava davvero qualcosa.

Era un uomo dai molteplici interessi, che amava tra l’altro la musica e la sua inseparabile fisarmonica. Molti ne ricordano il suono provenire dal suo balcone nelle sere d’estate, facendo compagnia a chiunque si trovasse nelle vicinanze.

Ci sono persone destinate a far parte della memoria collettiva, per essere riuscite a donare agli altri indelebili tracce di bellezza.

Louis è stato un tocco di colore e di allegria. Per questo non sarà mai dimenticato.