Sardine-Governo: Sud primo argomento

Sardine-Governo: Sud primo argomento

La lettera di questa mattina inviata a Conte dalle Sardine,

sembra aver prodotto risultati dopo che il Ministro per il Sud, Peppe Provenzano, si è detto aperto al dialogo.

Le sardine colgono l’occasione e rispondono, con un post/lettera su Facebook, sulle pagine delle sardine di Puglia e Calabria.

La loro lettera inizia citando alcuni articoli della Costituzione che, in questa parte del Paese, sembrano non essere mai stati applicati, parlano di lavoro, denatalità, emigrazione, sanità, infrastrutture, mafia, e della “rassegnazione di intere generazioni”, che “è il male più grande del Sud”.

Passano poi alle richieste partendo dall'”attenzione e rispetto per le zone svantaggiate del Paese” all’interno del testo sulla legge per l’autonomia delle Regioni, di considerare il Sud come una priorità nell’agenda di Governo e di puntare a eliminare il divario tra Nord e Sud in termini di investimenti, diritti e possibilità, sottolineando come “la politica negli ultimi anni ha continuato a impoverire il Sud e arricchire il Nord”.

Concludono dicendo che “noi del Sud non vogliamo competere, noi vogliamo essere noi in un’Italia che è stata concepita dai nostri padri costituenti per essere casa di tutti.”