Monasterace, donna incinta picchiata dal convivente. Intervengono i servizi sociali

Monasterace, donna incinta picchiata dal convivente. Intervengono i servizi sociali

Monasterace.  In data odierna , una donna incinta al sesto mese di gravidanza e madre di un bambino di soli due anni è riuscita a scappare al suo carnefice. Dopo essere stata aggredita e presa a calci e pugni dal concivente, la vittima ha chiesto aiuto al Servizio Sociale del Comune, dove è stata accolta dalla dottoressa Giulia Fiorino.

Il Sindaco prontamente si è messo a disposizione offrendo la collaborazione delle operatrici dello Sportello Antiviolenza del Comune. Prontamente attivato lo Sportello antiviolenza del Comune, il 118 e le Forze dell’ordine della locale stazione che sono subito intervenute, la donna è stata accompagnata al vicino nosocomio e il bambino affidato in via temporanea al servizio sociale. Attenendosi alle misure di sicurezza anticontagio, nell’immediatezza la dottoressa Sandra Marzano (Pedagogista clinico®) e l’ avvocato Jessica Tassone responsabili dello Sportello Antiviolenza, hanno attivato la rete e, di concerto con i Servizi Territoriali, sono riusciti a garantire una sistemazione sicura alla giovane donna e al suo bambino.Al momento, il bambino sta bene e la donna sta eseguendo degli accertamenti per verificare lo stato di salute suo e del feto.